• Sab. Ott 23rd, 2021

Riflessioni su un caso di femminicidio

DiThomas Scalera

Nov 26, 2015

femminicidio

25 novembre, giornata contro il femminicidio. Che dopo millenni di storia esistano ancora il maschilismo, gli abusi, le differenze tra sessi e la violenza sulle donne è tristemente risaputo. Noi gente comune ci armiamo di parole e buone intenzioni per almeno tentare di fermare in parte questa profondissima piaga. Sfortunatamente in questo caso, non sono tutti stati dello stesso parere, tant’è che a Perugia, in un appartamento nei pressi della stazione, un uomo si è trasformato in un violento contadino texano uccidendo a colpi di doppietta la propria coniuge. La donna, 43 anni, avvocato specializzato in diritto della famiglia, era già stata vittima di continue violenze e vessazioni da parte del marito. Tuttavia aveva deciso suo malgrado, di non sporgere denuncia nemmeno dopo rottura di un timpano, avvenuta a giugno a cause delle percosse, sperando che l’uomo della sua vita, mutato in bestia, tornasse ad essere un buon padre ed un marito amorevole. Fortunatamente anche se in casa al momento della tragedia, il figlioletto della coppia di 6 anni non ha assistito alla brutale esecuzione della madre. Dopo l’efferato delitto, l’uomo ha deciso di consegnarsi alla polizia, avendo forse un minimo di pietà per se stesso. Cos’ha spinto un’agente immobiliare di 40 anni ad uccidere la sua stessa consorte è ancora un mistero, per adesso la polizia indaga sulle dinamiche dell’omicidio, ma siamo certi che insieme a quella donna, è morta un’altra piccola parte della nostra umanità e del rispetto che dovremo avere per la vita

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru