• Mer. Ott 27th, 2021

Roccamonfina – Cestrone: “Consiglio farsa! Rispetto per le minoranze e i cittadini”

DiThomas Scalera

Nov 30, 2015

“Il consiglio comunale è stato una farsa!”. Non usa certo mezzi termini il consigliere di opposizione Michele Cestrone per commentare quanto accaduto nel corso dell’ultimo turbolento consiglio comunale di Roccamonfina. L’esponente del gruppo consiliare “Unione Roccana”(del quale fa parte anche l’ex primo cittadino Ludovico Feole) critica gli atteggiamenti del sindaco Carlo Montefusco e della sua maggioranza. “Qualcuno non ha capito evidentemente che una cosa è la qualità di sindaco data dai cittadini attraverso il voto, un’altra cosa è il rispetto del ruolo di Presidente delle adunanze, le due cariche ovviamente coincidono in tal caso – dichiara Michele Cestrone -. Non è stato rispettato il regolamento comunale in vigore nella forma e nella sostanza.Cestrone 1 Assurdo convocare dopo tre mesi l’assise comunale con gravi imprecisioni circa gli argomenti all’ordine del giorno. Già da settembre quale gruppo di minoranza ‘Unione Roccana’ avevamo presentato una serie di richieste per discutere di temi importanti per la vita della comunità. Siamo completamente insoddisfatti delle risposte imprecise, evasive e incomplete fornite da una maggioranza completamente in confusione”. Durissimo poi il commento al comportamento del primo cittadino durante l’assise pubblica. “L’atteggiamento avuto dal sindaco poi è da censurare – prosegue Cestrone -. Al di là delle rispettive posizioni, il rispetto delle istituzioni rappresentate non dovrebbe mai mancare e certamente non si dimostra alzando la voce e battendo le mani sul tavolo per stabilire chi sia il più forte a voce grossa e da padrone di casa. Se si pensa di stare in un regime totalitario si è sbagliato di grosso. Se si è sotto stress può essere una giustificazione ma non un alibi per mancare di rispetto ai consiglieri di minoranza e alle persone che rappresentano e che sono di fatto la maggioranza della comunità roccana. Spero di non dover più vedere scene simili”. Per Cestrone inoltre le “urla” del sindaco contrastano con la presunta volontà di cercare il dialogo con le opposizioni (i gruppi di minoranza infatti sono due, l’altro gruppo “Progetto Rocca” è composto dall’ex sindaco Letizia Tari e dall’ex assessore alle finanze Vittorio Santantonio):Letizia

“Si parla tanto di collaborazione ma fino ad oggi non c’è stato nessun passo formale affinchè ciò avvenisse . Nessuna convocazione dei capigruppo, nessuna riunione preventiva, nessuna discussione di argomenti e problemi importanti per trovare soluzioni comuni. E’ troppo facile farsi belli agli occhi degli stolti con l’alibi della gioventù se poi si perpetuano pratiche vecchie viste e riviste da anni come la recente nomina in seno alla Fondazione ‘Nicola Amore’ di Franco Di Pippo trio(nella foto a lato con il sindaco Montefusco e la Presidente della Fondazione Emma Petrillo) in totale conflitto di interessi con l’attuale vicesindaco Mario Di Pippo e nettamente in contrasto con il rinnovamento tanto decantato da questa amministrazione. Si predica in un modo e si agisce in un altro”.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru