• Mar. Ott 26th, 2021

Roccamonfina – Strade dissestate, Tari e Cestrone all'attacco

DiThomas Scalera

Gen 4, 2016

Il grave problema delle pessime condizioni delle arterie comunali roccane sta tenendo banco in questi primi giorni del 2016. Le opposizioni consiliari “Unione Roccana” e “Progetto Rocca” sono subito partite all’attacco dell’amministrazione retta dal sindaco Carlo Montefusco. CarloDa anni ormai le strade del comune vulcanico sono ridotte in uno stato pietoso con buche e voragini che non solo le rendono impraticabili ma costituiscono un serio pericolo per l’incolumità dei cittadini e degli automobilisti. Una vera e propria vergogna per una località che vuole fregiarsi del titolo di “località turistica”. Non c’è frazione o zona del centro dove non ci siano strade disseminate di buche e con canali di scolo delle acque piovane aboliti o inesistenti con gravi problemi legati al dissesto idrogeologico. Il problema si trascina da molto tempo, almeno dalle ultime tre amministrazioni comunali. L’ex primo cittadino Letizia Tari Tariha attaccato l’esecutivo evidenziando come durante la sua gestione fosse riuscita ad ottenere un finanziamento di ben 282mila euro proprio per il rifacimento del manto stradale di varie arterie comunali. Così come accaduto per i lavori al plesso della scuola elementare (progetto già avviato e appaltato durante la precedente amministrazione) anche in questo caso la nuova amministrazione dovrebbe procedere semplicemente all’esecuzione di lavori grazie a fondi già a disposizione. “Per quale motivo, pur avendo a disposizione i fondi, l’amministrazione non procede all’esecuzione dei lavori? Perché i cittadini devono soffrire ancora disagi nonostante la mia amministrazione, purtroppo bruscamente interrotta, fosse riuscita a reperire i fondi necessari per intervenire?”, si chiede l’ex sindaco. Dello stesso tenore le dichiarazioni del consigliere di minoranza Michele Cestrone:Cestrone “Sulla questione viabilità credo che oramai sfioriamo il ridicolo non tanto per le difficoltà oggettive a gestire una situazione semplicissima ma per le scuse addotte da chi oggi occupa le poltrone – dichiara l’esponente del PD – Una volta non si può asfaltare perché la ditta non è pronta, un’altra volta perché fa freddo e non va bene, un’altra volta ancora perché bisogna prendere i livelli per gli scoli e per i tombini! Da che mondo è mondo i progetti prevedono dei tempi e dei modi di realizzazione e che gli stessi lavori vengano fatti seguendo le normative, altrimenti si rischiano penali. Mi chiedo allora: poiché mi risulta che la ditta in questione dopo essere venuta a Roccamonfina con mezzi propri è stata poi rispedita a casa, per quale motivo? Da chi? Possiamo mai credere alle favole che ci raccontano? Se la ditta non fosse stata spedita a casa avremmo già le strade asfaltate avendo eseguito i lavori che potevano essere fatti in tutta serenità visto che il tempo è stato più che clemente negli ultimi due mesi”. Alcuni tratti stradali data la loro pericolosità andrebbero addirittura chiusi secondo l’esponente locale del PD. Intanto dall’amministrazione Montefusco fanno sapere che i lavori saranno eseguiti a breve almeno nei tratti che presentano le maggiori criticità. Intanto i cittadini sono costretti ancora a subire innumerevoli disagi.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru