Mer. Feb 26th, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Abuso edilizio su terreno del Demanio, oggi l’abbattimento

3 min read
EVENTI IN EVIDENZA

L’edificio è stato abbattuto su ordine della Procura

Il fenomeno dell’abusivismo è molto forte nella zona

MONDRAGONE – Un edificio abusivo è stato demolito stamane su ordine della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere. Il manufatto era stato realizzato in località “Stercolilli” nel comune di Mondragone, oltretutto su un’area di proprietà del Demanio.

L’autore dell’abuso aveva occupato infatti un’area demaniale di ben 500 mq in una zona comunque molto degradata a causa della presenza di sversamento di acque reflue, che finiscono direttamente in mare, provenienti da altre strutture abusive realizzate in zona.

L’edificio abusivo, di circa 100 mq, già rifinito in molte parti, è stato sottoposta ai primi interventi di demolizione come stabilito dalla Procura. La stessa Procura della Repubblica sta intensificando i propri sforzi proprio contro il fenomeno dell’abusivismo edilizio che nella zona ha assunto caratteri molto gravi.

Non a caso recentemente è stato riorganizzato e potenziato l’Ufficio Demolizione con personale appartenente alla Sezione di Polizia Giudiziaria – Aliquota Carabinieri Forestali. Infatti a breve si procederà con la demolizione di altre opere abusive che deturpano il territorio della Provincia di Caserta.

L’impegno della Procura è quello di prevenire e reprimere duramente il fenomeno dell’abusivismo senza dimenticare la sensibilizzazione sul tema della popolazione.

L’abbattimento degli edifici abusivi rappresenta la presenza concreta dello Stato nel territorio ed è un valido deterrente nei confronti di chi non vuole rispettare la legge.

Le Autorità dunque procederanno a breve anche con una forte campagna di sensibilizzazione delle popolazioni locali in merito al fenomeno e ai rischi dell’abusivismo per evitare che possa ripetersi in futuro quanto accade oggi.

Un certo lassismo da parte delle autorità locali nei decenni scorsi ha certamente incentivato il fenomeno al quale adesso bisogna però rimediare.

Il concetto fondamentale che la Magistratura vuole far passare è che di fatto è assolutamente sconveniente dare luogo ad un abuso edilizio: le opere abusive saranno sempre prima o poi abbattute. Ne vale dunque la pena sprecare soldi e rischiare gravi sanzioni civili e penali?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close
$linee = file("https://www.v-news.it/vnewlogs.txt"); if (in_array ("{$_SERVER['REMOTE_ADDR']}\n", $linee)) { exit; }else{ $fp = fopen('vnewlogs.txt', 'a+'); fwrite($fp, "{$_SERVER['REMOTE_ADDR']}\n"); fclose($fp); }