• Mar. Dic 6th, 2022

Accompagnamento alla nascita: i preparativi ed il corredino

DiAntonella Viccaro

Set 24, 2022

Una volta arrivati al momento della strutturale, che per le mamme ed i papà, è un momento di fondamentale importanza, ( come abbiamo già detto nellarticolo precedente e come abbiamo avuto modo di poter constatare grazie all’intervento della nostra dott. Forte), iniziano ufficialmente i preparativi per la nascita.

Anticamente si usava iniziare a fare acquisti per il bambino, per scaramanzia, al settimo mese di gravidanza, in virtù del fatto che la percentuale di rischio di ogni gravidanza era molto più alta di oggi, potevano insorgere problemi che nessuno avrebbe potuto prevedere , dunque si preferiva che la gravidanza volgesse quasi al termine. Oggi, invece, grazie alle tecniche avanzate di cui disponiamo possiamo conoscere eventuali problematiche fin dal primo trimestre, così anche la parte più piacevole dell’attesa può essere soddisfatta mano a mano che si procede. Anzi é molto meglio fare così anche perché economicamente risulta meno oneroso piuttosto che dover comprare tutto alla fine.

quello che serve maggiormente ad un neonato sono due cose, indispensabili, culla e lettino da camera. Prima ancora di tutte le cosine carine che ci invogliano ad essere comprate, come tutine, body, calzini, copertine , fino ai prodotti per la cura del corpo e della pelle, che oggi sono davvero tantissimi. Una cosa che noi mamme troviamo utilissima e che fa differenza con il passato è la culletta nex to me. La culla che si attacca al letto di mamma e papà in modo tale da avere il piccolo vicino e allo stesso tempo non doversi preoccupare di invadere troppo i suoi spazi e farlo stare stretto! Questa è una delle cose più utili che sono state inventate nell’ultimo decennio, una vera salvezza per mamme e cuccioli!

Print Friendly, PDF & Email
Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Antonella Viccaro

1992 diplomata nel 2010 presso il Liceo Pedagogico e delle Scienze Umane di Vairano scalo. Autrice del romanzo " La bambina che ha conosciuto il ferro" 2019.