news archivio

Addio al mitico Bud Spencer, il mondo del cinema e dello sport è in lutto

La festa, quella calcistica per la bella vittoria sulla Spagna, è passata in secondo piano. Gli italiani piangono da ieri sera la scomparsa di uno dei personaggi più amati di sempre: Carlo Pedersoli, in arte Bud Spencer. “Dio perdona …Io no!”, “Lo chiamavano Trinità…”, “…continuavano a chiamarlo Trinità”, “Io sto con gli ippopotami”, “Pari e dispari”, la saga di “Piedone l’Africano”, “Più forte ragazzi!”, “Altrimenti ci arrabbiamo”, “Miami supercops” e “Anche gli angeli mangiano i fagioli”,Bud3 solo alcune delle pellicole immortali che hanno consegnato Bud e l’inseparabile compagno Terence Hill, alias Mario Girotti, alla storia del cinema e del costume italiano e internazionale. Carlo Pedersoli però è stato tanto altro. Non solo il cinema “spaghetti western” anni ’70 e ’80, ma ruoli impegnativi e soprattutto lo sport. Napoletano doc, nato nel rione Santa Lucia,bud2 bud1Carlo finiti gli studi si iscrive alla facoltà di chimica a Roma, studi che dovrà abbandonare per seguire, per motivi di lavoro, la famiglia in Brasile. “Al ritorno in Italia viene tesserato dalla S.S. Lazio Nuoto; si è affermato ai campionati italiani di nuoto nello stile libero e nelle staffette miste. Nei cento metri stile libero è entrato nella storia per essere stato il primo italiano a infrangere la barriera del minuto netto: precisamente con il tempo di 59″5 nel 1950 sia a Salsomaggiore in vasca da 25 metri che a Vienna.bud5 Carlo_Pedersoli_1950Nel 1949 ha esordito in nazionale e l’anno dopo è stato convocato per i campionati europei di Vienna dove ha nuotato in due finali, quinto nei 100 m e quarto con la staffetta 4×200 m. Nel 1951 ai Giochi del Mediterraneo di Alessandria d’Egitto ha vinto due medaglie internazionali nel nuoto: secondo sia nei 100 m che con la 3×100 metri mista. È stato giocatore di rugby come seconda linea. Partecipò anche ai Giochi della XV Olimpiade di Helsinki nel 1952, la gara dei 100 m stile libero. Nel 1955 viene convocato ai Giochi del Mediterraneo di Barcellona come pallanuotista, e in quell’occasione vince con la nazionale la medaglia d’oro. L’anno dopo partecipa ai Giochi della XVI Olimpiade a Melbourne in cui nei 100 m stile libero è giunto ancora fino alla semifinale (da Wikipedia)”. Insomma un atleta glorioso che grazie al suo fisico imponente troverà fortuna anche nel mondo del cinema. I film di Bud Spencer e Terence Hill,bud6bud7 snobbati troppo spesso dalla critica, considerati banali dagli intellettuali snob dalla cronica puzza sotto il naso, hanno invece segnato un’epoca e sono ancora oggi visti dal grande pubblico non solo italiano. Non a caso nel 2010 ha ricevuto ilbud4 David di Donatello alla carriera. Quei film hanno segnato inoltre anche il costume di una intera nazione per decenni. Ci mancherai tanto Bud, tra uno sganassone e un “bo-bo-bo-bo” in coro … insegna agli angeli a mangiare i fagioli!

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Comments are closed.