NewsSalerno

Addio Eva. E’ deceduta la studentessa di Fisciano che il 1°Maggio ha tentato il suicidio

EVENTI IN EVIDENZA

La facoltà di Medicina e Chirurgia di Fisciano sospende le attività in segno di lutto

Non ce l’ha fatta Eva Della Calce, trasportata all’ospedale Ruggi di Salerno per ferite gravi all’ addome e alla gola

La vita non è giusta, è solo più giusta della morte, questo è tutto.
William Goldman

Eva Della Calce, studentessa di Fisciano morta il 6 Maggio

Eva Della Calce non c’è più. La giovane studentessa di Medicina è deceduta ieri mattina all’ Ospedale “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno in cui ha trascorso gli ultimi giorni della sua vita, dopo il tentato suicidio dello scorso 1° Maggio.

Dopo l’arrivo nella struttura tramite il 118 e l’intervento delicato a cui è stata sottoposta, non ce l’ha fatta. Eva era in Rianimazione ed  ha combattuto ma le sue condizioni erano troppo gravi.

E’ morta all’età di 25 anni per motivi ancora sconosciuti.

Non aveva lasciato nessun biglietto, non aveva lasciato trapelare nulla se non episodi sporadici di tristezza che hanno accompagnato la sua giovinezza ma, forse c’era qualcosa che le turbava profondamente l’animo e che ha divorato il suo essere tanto da spingerla ad un gesto così estremo.

Nessuno sa il perché e il come di tale gesto. Gli amici e compagni di studi la descrivono come una ragazza dolce,sorridente e solare ed anche abbastanza schietta, tanto da non lasciar trapelare nessuna forma di malessere.

Tante domande e nessuna risposta, Eva ha lasciato una famiglia distrutta dal dolore ed amici senza parole.

L’Università di Salerno ed il Dipartimento di Medicina,Chirurgia ed Odontoiatria in segno di cordoglio hanno sospeso le attività  in segno di lutto.

Sempre più frequenti casi di suicidio negli ultimi anni in una fascia d’età molto giovane. Cosa spinge un ragazzo ad interrompere la sua giovane vita?

Molti potrebbero essere i motivi ed a spronare le famiglie ad intervenire ,negli ultimi due anni, è stata la famosa serie tv “13 Reasons Why” in cui si racconta di una giovane ragazza che si toglie la vita raccontando il perché in tredici audiocassette.

Questa serie ha denunciato la negligenza delle scuole, Istituzioni ed anche la poca attenzione che le famiglie e gli adulti dedicano ai giovani tanto da non accorgersi che qualcosa non va e che bisogna intervenire.

Dopo il grande successo che questi episodi hanno riscontrato molti sono stati i centri d’ascolto nati in poco tempo e le campagne di sensibilizzazione rivolte a chi ne avesse bisogno.

Anche le scuole hanno creato degli “Sportelli d’ascolto” per aiutare gli studenti ad esternare ogni forma di malessere ma a quanto pare la strada è ancora lunga.

Leggi Anche:

SALERNO. FALSO RAPIMENTO: È TORNATA A CASA LA BAMBINA STRAPPATA ALLA MADRE

RAID A GAZA, UCCISI “DELIBERATAMENTE” CIVILI PALESTINESI TRA CUI BAMBINI

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Marianna D’Antonio
Classe '85. Lettrice, reporter ed amante delle serie tv. Scrivere è viaggiare senza la seccatura dei bagagli. (Emilio Salgari)

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

More in:News