• Gio. Ott 28th, 2021

Afragola/Casoria/Caivano. Commissero diverse rapine nell’estate 2015: arrestati due serbi

DiThomas Scalera

Dic 22, 2016

AFRAGOLA/CASORIA/CAIVANO. Due cittadini serbi in Italia senza fissa dimora e già noti alle Forze dell’Ordine, un 37enne  e un 33enne, sono stati individuati nel corso di indagini dei Carabinieri di Crispano e dell’Aliquota Operativa di Casoria come i responsabili di ben 8 tra rapine e furti con strappo, perpetrati ad Afragola, Casoria, Caivano e Cardito tra Luglio e Agosto 2015. In quel periodo hanno diffuso la paura.
A bordo di una Fiat Punto celeste, lui alla guida e lei addetta agli “strappi” affiancavano le vittime, sempre donne, in strada o nel parcheggio del discount. Lei, dal finestrino passeggero, strappava la borsa, lui, alla guida, premeva l’acceleratore una volta fatto, anche se le vittime non mollavano la presa.
Infatti in alcuni dei casi accertati le vittime hanno riportato lesioni o contusioni guaribili dai 7 ai 25 giorni.
Venivano trascinate a terra finché i malfattori non riuscivano a impossessarsi della borsa. Le lesioni procurate alle malcapitate vanno dai 7 ai 25 giorni.
Nelle borse poche decine di euro e documenti, a volte il cellulare.
Il Tribunale. di Napoli Nord ha condiviso i risultati investigativi dei Carabinieri ed ha emesso l’Ordinanza di custodia cautelare in carcere, che è stata eseguita dai Carabinieri presso le case circondariali di Sant’Angelo dei Lombardi (AV) e Benevento, dove i 2 erano già ristretti per una rapina commessa in concorso a Cardito nell’Agosto 2015.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru