• Ven. Ott 22nd, 2021

Santa Maria Capua Vetere. Arrestati due agenti di custodia: Aragoste, Pesce crudo, cellulare per i boss in cambio di denaro

Di tutto arrivava nella cella dei boss, scoperti sul fatto i due agenti sammaritani coinvolti nell’operazione

SANTA MARIA CAPUA VETERE. Un vero è proprio traffico illegale di merce richiesta per accontentare i boss in carcere. Secondo il collaboratore di giustizia Ferdinando Puca, storico boss della camorra di Sant’Antimo,  i due agenti di custodia arrestati ieri per peculato, avrebbero introdotto nel reparto Ionio del carcere di Secondigliano, oggetti non consentiti in cambio di somme di denaro, come ha riportato ieri i siti online di informazione casertana, “Telefono cellulare, sim card, macchina fotografica, cd contraffatti e cibo vietato come pesce crudo, come astice, gamberi e frutti di mare. Il tutto veniva consegnato nel pacco settimanale dalle parenti del capo di Sant’Antimo Rosa Puca o Assia Mazzarella“. Una situazione che rischia di compromettere ancora di più l’immagine lavorativa dei due agenti di custodia cautelare di Santa Maria Capua Vetere, L.F. e G.F entrambi finiti ieri ai domiciliari per peculato. I due prestavano servizio nel penitenziario di Secondigliano .  Indagati anche altri detenuti del carcere. Si attendono in giornata novità investigative sugli interrogatori di stamattina.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru