• Sab. Nov 26th, 2022

Agnese Ginocchio ricorda Giovanni Sarubbi, giornalista e direttore de “Il Dialogo”

Il ricordo di Agnese Ginocchio per Giovanni Sarubbi

“Ciao Giovanni.Shalom!Caro Giovanni, oggi giovedì 8 aprile 2021, giorno delle tue esequie, è giorno di silenzio, c’è vento, il vento che alza il nostro vessillo di Pace. Da qui, davanti al nostro Albero della Pace, ti sto pensando, guardando in alto, come tu ci hai insegnato. Scorgo in un cielo terso e carico di azzurro la cima imbiancata del nostro Miletto, il “Monte della Pace”, sembra toccare il Paradiso e mi sembra di vederti. Oggi è tornato nuovamente a splendere il sole dopo la tempesta della tua improvvisa dipartita che ci ha travolti ieri. Mi sono recata stamane davanti al nostro Albero della Pace per portarvi la “Fiaccola della Pace”, dove è rimasta accesa per tutto il tempo in cui a Mercogliano(Av) ti è stato dedicato l’ultimo commiato.Ora sei lassù, sulla cima del Monte Sacro.Salutaci Gandhi, Martin Luher King, Nelson Mandela, Don Lorenzo Milani, Don Tonino Bello, Mons. Romero, Giorgio La Pira, Aldo Capitini, Vittorio Arrigoni, Giulio Regeni, Don Peppino Diana, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e tutti gli altri… una lista enorme, interminabile…ma salutaci anche i nostri cari e le tue micie, che per 20 anni, come mi scrivevi pochi giorni fa, ti avevano ispirato percorsi e parole di Pace. Ora siete tutti insieme. C’è più folla di testimon di Pace lì in cielo che qui sulla terra, ormai.. Da parte nostra continueremo, nonostante la stanchezza e lo sconforto che, di fronte al triste scenario che ci circonda spesso ci assale, nonostante il peso dei nostri limiti umani, a guardare in alto, andando oltre il buio di questo momento, per scorgere quell’Arcobaleno che tu ci hai sempre indicato, dove ora sei e dove siete tutti insieme lì, a festeggiare il meritato premio del tuo e vostro instancabile impegno di Costruttori, Testimoni, Artigiani e Luminari per la Pace.Ciao Giovanni. “Grazie” della tua costante, leale, gentile, premurosa, attenta e sincera amicizia, per lo spazio che mi hai dedicato sul tuo sito “il Dialogo” come “cantautrice per la Pace”, e quello dedicato alle nostre attività di Pace, ultime tra queste proprio “l’Albero e la Fiaccola della Pace” e il Monte della Pace”. “Ciao Giovanni.Shalom

Agnese Ginocchio, cantautrice per la Pace ( e a nome del Movimento per la Pace, Provincia d Caserta – Campania)

Segue parte 2:

Questo è stato l’ultimo editoriale di Giovanni Sarubbi ( leggi a questo link: https://www.ildialogo.org/cEv.php?f=http%3A%2F%2Fwww.ildialogo.org%2Fradio%2FElefantiVolano_1617385803.htm&fbclid=IwAR2gd-xqt9h6dV9OqK1yYsMOaAeGFBs6X1tW5ptdKBE-tCCNrjSrYN0UOSs ) Giovanni Sarubbi, giornalista e Direttore del giornale web “Il Dialogo” di Monteforte Irpino(Av), pacifista, antifascista, nonviolento e uomo del Dialogo, una persona gentile che sapeva metterti sempre a suo agio, un amico come pochi, che con gran discrezione sapeva accogliere sempre con il sorriso stampato sul volto, nonostante nel cuore portasse ancora segni e ferite che avevano intralciato il suo cammino. Un uomo dotato di grande umiltà che sapeva farsi sempre da parte mettendosi all’ultimo posto, ha dedicato tutta la sua vita alla causa del dialogo ecumenico. Egli è l’ immagine di Colui che su questa terra ha gettato il buon seme su terreno incolto generando un grande Albero, i cui rami hanno prodotto frutti di Pace. Il suo ultimo calvario su questa terra, ovvero la sua ascesa verso il cielo, è iniziato domenica scorsa, giorno in cui si è celebrata la Pasqua, per terminare ed iniziare quello celeste mercoledì in albis, insieme al “Risorto”, il Maestro che ci ha insegnato la Pace, di cui Giovanni era fervido discepolo, figlio di una chiesa “altra” che dal basso si fa testimone di quel messaggio “scomodo” ai mercanti del Tempio e ai signori della guerra.Che la terra ti sia lieve caro Giovanni. A noi ora il compito di proseguire la tua opera di Pace, di continuare a illuminare, così come tante volte ci hai insegnato, attraverso i tuoi autorevoli scritti e i “mattinali” che ci inviavi di volta in volta.

Print Friendly, PDF & Email
Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Comunicato Stampa

I comunicati stampa