Mer. Mag 27th, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Ailano. Mucche affette da brucellosi in libertà, interviene Striscia la Notizia. Il video ‘denuncia’

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

 

Mucche affette da brucellosi, malattia infettiva molto pericolosa, libere di circolare nel territorio comunale di Ailano. E’ quanto documentato dall’inviato di Striscia la Notizia Edoardo Stoppa nel servizio andato in onda ieri sera nel corso della puntata della nota trasmissione mediaset. L’inviato di Striscia ha documentato una situazione davvero deplorevole con degli animali malati, appartenenti ad una azienda locale, lasciati liberi di circolare o tenuti in pessime condizioni. Il sindaco Vincenzo Lanzone ha denunciato la situazione ai microfoni della trasmissione sottolineando come tale fenomeno fosse presente da tempo in paese ed evidenziando come sia stata subito emessa un’apposita ordinanza sindacale per gli accertameti sanitari del caso, ordinanza però che è stata disattesa dagli interessati. Il primo cittadino ha subito anche minacce per via di questa incresciosa situazione.

Ecco il video del servizio di denuncia di Striscia la Notizia andato in onda ieri sera:

http://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/animali-infetti-ad-ailano-caserta-_29982.shtml

Animali infetti ad Ailano( Caserta) Edoardo Stoppa

Gepostet von Striscia la notizia am Mittwoch, 13. Dezember 2017

 

LEGGI ANCHE:

Sessa Aurunca. Bufera sul San Rocco, la politica apre l’ombrello del silenzio. Il caso

 

Rocca D’Evandro. Questa sera Gigione & Donatello all’Oktoberfest del Chico’s

 

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Open

Close