• Mer. Ott 27th, 2021

AL GAY VILLAGE GRANDE SUCCESSO DEL LIBRO ENERO AMARGO

DiThomas Scalera

Lug 10, 2015

La Presentazione del libro Enero Amargo (Tradotto Gennaio Amaro) di Vincenzo Mazza e Aurora Di Giuseppe Edito da Arduino Sacco – Roma tenutasi il 4 Luglio al Gay Village di Roma. Il libro nato per combattere l’omofobia , alla presenza di circa 200 persone che hanno acclamato più volte agli interventi dell’autore Vincenzo Mazza, ai vari messaggi sul mondo LGBT pronunciati dalla presidente di Dì Gay Project, Maria Laura Annibali e dalla consigliera e attivista Imma Battaglia, persone che da anni combattono per i diritti di quella parte della società ritenuta diversa. Applausi anche per l’Attore Frank Messina che ha letto e interpretato alcuni passi del romanzo e per l’intervento della psicosessuologa Dottoressa Serena Romano. Alla domanda: «In un paese come l’Italia di oggi quale messaggio la storia di Enero Amargo può offrire ai lettori?» fatta dal moderatore Karmel Attolico, Vincenzo Mazza dice: «In Enero Amargo l’identità omosessuale emerge dopo un vero e proprio processo di maturazione, troviamo nella vicenda la parola USCIRE FUORI (Coming Out) che nel tempo è diventata la parola magica per le persone LGBT di tutto il mondo e negli ultimi tre decenni questo processo è divenuto visibile a tutti e sembra avere subito una impressionante accelerazione, dal momento del venir fuori i personaggi della storia narrata incontreranno tante difficoltà perché la società è spesso diffidente nei confronti delle diversità, fino al punto di considerarle pericolose. C’è da dire che l’Italia, se pur ci troviamo nel terzo millennio, non si può definire particolarmente all’avanguardia su questo terreno, ci sono ancora troppe cose da accettare e leggi da approvare malgrado anni trascorsi dagli attivisti a battersi per l’uguaglianza. Dopo avere aperto questa mia breve parentesi, il messaggio che Enero Amargo vuole offrire alle persone oggi, se pure è una vicenda ambientata alla fine degli anni ’80, è quello di abbattere ogni pregiudizio e soprattutto l’indifferenza, provando a cogliere lo spirito di tante persone messe spesso da parte e lasciate in un angolo della società e della vita. Cerchiamo di rivolgere lo sguardo verso un futuro migliore e soprattutto affrontiamo la realtà umana uniti.» Un particolare apprezzamento per quella che è stata definita una vera e propria opera contro ogni forma di discriminazione è stato espresso all’autore dall’attrice Eva Grimaldi che ha assistito alla presentazione ed ha voluto ad ogni costo un libro autografato.

IMG-20150705-WA0024

Biografia di Vincenzo Mazza
Vincenzo Mazza nasce a Torre del Greco (NA) nel 1972. Scrittore, Fumettista e Pittore entra nel mondo dell’arte realizzando opere pittoriche con una tecnica particolare utilizzando pezzi di legno al posto della comune tela per dipingere. Fa alcune mostre in varie location e musei, tra i quali il MAV Museo Archeologico Virtuale di Ercolano – Napoli, è conosciuto in tutto il mondo. A un certo punto della vita artistica Vincenzo scopre che la sua passione va in direzione del fumetto, ma ancora di più verso la scrittura. Nel 2009 si trasferisce a Roma e in quel periodo combinando il fumetto e la scrittura pubblica il suo primo romanzo, un fantasy dal titolo “STAR OF GOD e il Sigillo tra i due Mondi” l’opera difatti oltre alla storia narrata contiene anche scene fumettistiche.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru