• Mer. Ott 27th, 2021

Alife. Biodigestore, la Commissione locale per il paesaggio si era espressa in maniera non favorevole: il verbale

DiThomas Scalera

Nov 10, 2015

alife-biogas-dono-ospiti4

ALIFE. La Commissione Locale per il Paesaggio, ovvero, i cinque membri esperti più il Presidente che, a seguito della delega ai comuni da parte della regione Campania, sono chiamati ad esprimersi obbligatoriamente in merito alla compatibilità paesaggistica di ogni intervento sul territorio, nella seduta del 20/10/2015 si sono pronunciati all’unanimità con l’articolato PARERE NON FAVOREVOLE (che si allega integralmente) ravvisando un palese conflitto del progetto (contraddittorio, tra l’altro, in alcune sue parti tecniche) con il Paesaggio e l’Ambiente costituzionalmente garantiti. Il giudizio del Collegio va a confermare uno degli aspetti da sempre contestati dal Comitato e si pone in linea con la volontà popolare che si oppone (e sempre si opporrà) all’insediamento della struttura sul territorio comunale. L’iter amministrativo, già segnato dal parere V.I.A. condizionato reso al termine della seduta del15/09/2015, si arricchisce stavolta di un parere insindacabile nel merito, contrassegnato, in particolar modo, da evidenti profili di contrasto con le norme racchiuse nel D.M. 4.9.2000 (Piano Territoriale Paesaggistico “Ambito Massiccio del Matese”). Di fronte a tale circostanza anche altre autorità chiamate ad esprimersi nel merito, come ad esempio quella competente al rilascio della Autorizzazione Integrata Ambientale (in sigla A.I.A.), per ovvie ragioni di economicità procedurale non avranno ragione di proseguire, visto il netto giudizio di incompatibilità.

Si allega il link del Verbale della Commissione Locale per il Paesaggio del Comune di Alife del 20/10/2015.

https://nobiogasalife.files.wordpress.com/2015/03/parere_clp_20_10_20151.pdf

nobiogasalife.it

Fonte: Matese News

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru