V-news.it

Quotidiano IN-formazione

27 settembre 2018

Alife. Consiglio comunale last minute

Sono trascorsi pochi mesi dalle elezioni, ma lo scenario politico-sociale della Città non ha subito variazioni, non ci sono state risposte o soluzioni concrete.

Le problematiche erano note, così come le promesse di una rinascita, si sapeva che le soluzioni avrebbero richiesto tempo e studio, ma questo modo di condurre la vita amministrativa preoccupa per il prosieguo dell’attività amministrativa che potrebbe creare nel tempo grossi danni alla comunità.

Ieri sera, si è assistito ad una definibile puntata di dilettantismo politico, dove le minoranze sono state convocate in tutta fretta per un consiglio comunale straordinario ed urgente con all’ordine del giorno argomenti importanti tra cui l’aumento delle aliquote addizionali comunali Irpef 2017 e 2018 e soprattutto una terza variazione al bilancio stabilmente riequilibrato 2017-2019. Argomenti delicati, che presupponevano un approfondimento serio ed una riflessione puntuale, che non potevano essere discussi con i tempi minimi contingentati dell’amministrazione.

Le difficoltà sono evidenti, la maggioranza ridottasi all’ultimo momento per l’approvazione della terza variazione di bilancio, termine ultimo di loro interpretazione 28.9.2018, ha operato una sorta di blitz indicendo un consiglio straordinario e fulmineo per sopperire alle sue mancanze dei mesi precedenti. A tale superficialità di comportamento si è sommata, in spregio all’art.29 del Regolamento del Consiglio Comunale, il mancato deposito 24 ore prima della seduta degli atti con gli allegati necessari alla discussione, impedendo l’esame della documentazione necessaria ai consiglieri di minoranza. 

Il gruppo dell’ “ElefanteC’è un’altra Alife”, dopo aver esposto le sue rimostranze, anche sul mancato inserimento nell’ordine del giorno di ben quattro interrogazioni proposte nei mesi scorsi, e ancora una volta, aver sottolineato la mancata convocazione della conferenza dei capigruppo per un argomento così importante, ha annunciato il suo voto contrario giustificato dal non aver avuto tempo e modo di esaminare i documenti necessari alla discussione.

La maggioranza dell’Amministrazione comunale, riferisce il capogruppo dell’Elefante, Vincenzo Guadagno, sta procedendo in modo disarticolato e confuso, non rispettando le prerogative delle minoranze.

Ora come mai dovrebbe esserci coesione per il bene della comunità alifana, data la grave situazione di dissesto amministrativo che richiederebbe ben altro impegno ed intelligenza politica.

Commenta

Loading...
Maria Ronga

Giovane avvocatessa, coraggiosa, forte e ambiziosa. Un’anima dolce, con sfumature malinconiche, sempre disposta ad ascoltare

Open