• Gio. Lug 7th, 2022

Alife. IPIA “Scuola di Pace”, gli alunni ricordano ancora l’impegno di Gino Strada

Gli alunni dell’IPIA “M. Bosco” di Alife hanno nuovamente ricordato Gino Strada

Alife – Ad un mese dall’inaugurazione della scultura che fu realizzata dal M° Angelo Ciarlo di Letino(Ce), dedicata al grande Gino Strada e alla moglie Teresa fondatori di Emergency, gli alunni dell’IPIA “M. Bosco” di Alife che parteciparono all’impotante evento formativo svoltosi presso il “Giardino della Pace, della memoria e del Creato” in Alife, in occasione dell’incontro avvenuto presso l’auditorium della sede scolastica con la Presidente del Movimento per la Pace Agnese Ginocchio presente con il vice prof. Gino Ponsillo, hanno nuovamente ricordato il fondatore di Emergency. A fare gli onori di casa la vice Preside Angelina Palmiero che ha introdotto il Dirigente scolastico Marcellino Falcone. Il Preside, ha sottolineato la spaventosa crisi culturale che oggi attanaglia la società ed in particolare la fascia giovanile,la più colpita, che si manifesta con lo smarrimento dei valori della condivisione, della solidarietà e del fare “comunità”, con una tendenza ad appartarsi e ad isolarsi dal resto del mondo. Tutto ciò non fa altro che danneggiare e incattivire la loro percezione delle cose, per tale motivo bisogna ricorrere ai ripari e mostrare loro esempi di vita che hanno fatto la differenza. “Siamo perciò ben lieti di aderire a iniziative come queste e come quelle della “marcia della Pace”, fortemente formative ed educative per loro, dove gli si da la possibilità di fare un’ esperienza forte e di fare comunità, nel conoscere esempi di vita che hanno saputo fare la differenza. “La nostra scuola da diversi anni è già impegnata sui percorsi della legalità e della solidarietà ed intende proseguire su questa linea. Gli obiettivi della scuola sono quelli di educare i giovani alla formazione, alla conoscenza e alla consapevolezza delle proprie scelte”. Ha concluso. La vice Preside Angelina Palmiero sulla stessa linea, ha evidenziato i pericoli in cui incorrono i giovani spesso vittime inconsapevoli delle violenze sociali. “Come educatori abbiamo il dovere di intervenire ponendo un muro di difesa”. La giornata è proseguita con la presentazione del lavoro realizzato dagli alunni attraverso due video da loro realizzati sotto la guida della prof. ssa Patrizia Cocchiariello, in cui è stata descritta ancora una volta la storia del fondatore di Emergency, il primo video è stato presentato dall’alunna Giuseppina Campotaro, e a seguire il secondo, una originale intervista, in cui l’alunno Valerio Fiocco ha posto delle domande a Gino Strada e che il fondatore di Emergency a sua volta rispondeva.

“Dovevamo consegnare solo gli attestati di ringraziamento”, ha esordito Agnese Ginocchio nel prendere la parola, “ma gli alunni dell’IPIA ci stavano aspettando con questa bella sorpresa. Cos’altro aggiungere? Continuiamo su questi percorsi. Il nostro comito è quello di mostrarvi degli esempi da seguire, a voi giovani la capacità di scegliere da che parte stare. Vivere significa mettersi a servizio dell’umanità e cercare di collaborare tutti insieme per dare una mano ai senza speranza nel recuperare dignità e fiducia e per consegnare infine un mondo migliore a chi verrà dopo di noi, il nostro compito è questo: “Costuire ponti, essere atigiani di Pace e architetti di Pace come ha fatto Gino Strada. L’IPIA ha dimostrato di essere a tutti gli effetti Scuola di Pace” . Ha concluso. Quindi è seguita la consegna degli attestati ( valevoli come credito formativo) agli alunni che parteciparono, come si riportava all’inizio, all’incontro del 6 Ottobre. Al vice Presidente del Movimento per la Pace prof. Gino Ponsillo quindi, il compito di chiamare e di consegnare agli alunni gli attestati. Anche lui, facendo eco agli interventi della giornata, ha ricordato l’importanza di agire sempre con sentimenti di solidarietà e di umanità.

Un grande messaggio di speranza è emerso da quest’incontro e dove gli alunni partecipanti sono stati attentissimi. Un plauso infine alle e ai docenti che hanno lavorato insieme ai ragazzi, tra i presenti: la prof.ssa Domenica Pelosi, il prof. Luigi Di Rienzo che accompagnarono gli alunni all’incontro del 6 Ottobre, la prof.ssa Filomena Farina e il prof Pasquale Farina che in questo periodo ha fatto da tramite.. La Presidente del Movimento per la Pace ha infine annunciato che a breve in occasione della “Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza” e della “Giornata dell’Albero”, presso il “Giardino della Pace e della memoria di Alife – Presidio di Pace e di Legalità” intitolato a G. Strada, alla moglie Teresa e ai giudici Falcone – Borsellino”, in prosieguo al messaggio dello scorso 6 Ottobre, ci sarà l’incontro di testimonianza con “Yancuba Darboe”, giovane immigrato del Gambia da poco laureatosi, scampato all’inferno dei lager libici e arrivato in Italia su un barcone a soli 18 anni. Quindi ha invitato gli alunni e i docenti della scuola a partecipare a questo importante incontro formativo.

La giornata è terminata con un bellissimo omaggio floreale da parte della scuola attraverso gli alunni, portato e deposto poi ai piedi della scultura dedicata a G.Strada e T.Sarti, accanto all’Albero della Pace nel Giardino della Pace di Alife, in ricordo anche di tutti i caduti delle guerre dai 100 anni ad oggi, in collegamento alle Commemorazioni del 4 Novembre a cui l’Albero della Pace è dedicato.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Comunicato Stampa

I comunicati stampa