AlifeAlto CasertanoAmbienteCronacaNews

Alife. Sorpresi a bruciare rifiuti speciali: due arresti

Si tratta di due persone di Piedimonte Matese

ALIFE. Continuano i reati contro l’ambiente. In data odierna, i militari delle Stazioni Carabinieri Forestale di Pietramelara e di Vairano Patenora, a seguito di richiesta telefonica da parte della Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Piedimonte Matese, si sono portati in comune di Alife, alla località “Porchiera”, nelle immediate vicinanze del cimitero di Alife, ove hanno sorpreso due persone: C.M. da Piedimonte Matese di 19 anni e M.N. da Piedimonte Matese di 39 anni, mentre erano intenti a bruciare un’ingente quantità di rifiuti speciali di vario genere costituiti da materiale plastico, mobili verniciati in disuso, lattine in alluminio, persiane in plastica, parti di materiale vegetale, vetro, alluminio, ecc.

I predetti rifiuti venivano bruciati all’interno di un’apposita piattaforma in calcestruzzo cementizio delle dimensioni di circa 5 mt x circa 4 mt alta circa e con un bordo su tre lati alto circa metri 1.

Entrambi i predetti sono stati immediatamente tratti in arresto in flagranza di reato, per i reati di gestione e di combustione illecita di rifiuti speciali, con luogo di detenzione presso le rispettive abitazioni.

Dalle prime indagini svolte si è appreso che l’ingente quantitativo di rifiuti in combustione, oltre ad altri ingenti quantitativi ancora integri presenti in sito, provenivano da un’attività di svuota cantine svolta abusivamente.

I predetti militari hanno proceduto al sequestro della piattaforma in cemento armato ove venivano bruciati i predetti rifiuti, nonché dei restanti quantitativi di rifiuti parzialmente combusti, dei locali in cui sono stati rinvenuti ammassati i rifiuti provenienti dall’attività di svuota cantine ed un carrellone stipato di rifiuti speciali.

Nel corso delle operazioni di polizia è giunta sul sito anche un’autovettura piena di rifiuti speciali che è stata anch’essa posta in sequestro e l’autista è stato deferito per il reato di gestione illecita di rifiuti speciali.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Redazione V-news.it
Il bot redazionale

    Comments are closed.