AmbientecampaniaCronacaNews

Apice. Rifiuti speciali: sequestrata un'area di 4.700 mq. I particolari

I Carabinieri del NOE di Napoli denunciano una persona

APICE (BN). I Carabinieri del NOE di Napoli, nel corso delle attività finalizzate al contrasto dei reati ambientali legati al ciclo dei rifiuti urbani e speciali, hanno intensificato i controlli nel beneventano.

In particolare, ad Apice, in provincia di Benevento, nel corso di verifiche eseguite con la collaborazione dei Carabinieri della locale Stazione, i militari hanno accertato che uno stabilimento industriale dedito alla “frantumazione, vagliatura, lavaggio e recupero inerti” non smaltiva rifiuti derivanti dal ciclo produttivo, che venivano illecitamente depositati e stoccati in un fondo agricolo adiacente all’impianto.

All’atto del controllo sono stati rinvenuti ingenti quantitativi di fanghi stoccati sul nudo terreno, senza alcun sistema di protezione delle matrici ambientali, e senza alcun sistema di regimentazione delle acque.

Al termine degli accertamenti è stata sottoposta a sequestro un’area di circa 4.700 mq con complessivi 200 mc circa di rifiuti speciali.

Il gestore dello stabilimento è stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Benevento per “stoccaggio di rifiuti senza autorizzazione ed oltre i limiti temporali consentiti”.

Il valore complessivo del sequestro ammonta a circa 70.000 Euro.

Carabinieri del NOE

Il Comando carabinieri per la tutela ambientale è il reparto dell’Arma dei carabinieri specializzato nella tutela dell’ambiente. Opera nel contrasto dei fenomeni di inquinamento, di abusivismo edilizio nelle aree protette, di smaltimento illecito delle sostanze tossiche, e ha compiti di vigilanza sul “ciclo dei rifiuti”.

Il Reparto fu istituito come “Nucleo operativo ecologico” dei carabinieri l’8 luglio 1986, con la legge istitutiva del Ministero dell’ambiente e posto alle dirette dipendenze funzionali del ministro dell’Ambiente. Con il successivo decreto interministeriale sottoscritto l’11 dicembre 1986 dai ministri della Difesa e dell’ambiente, il NOE veniva di fatto costituito ed il 1º gennaio 1987 iniziava ufficialmente la propria attività istituzionale.

Il 23 aprile 2001 il Nucleo operativo ecologico dei carabinieri, per effetto della legge 23 marzo 2001 n. 93, ha assunto la denominazione di “Comando carabinieri per la tutela dell’ambiente” e la struttura organizzativa è stata potenziata e calibrata su base interprovinciale.

Il reparto il 25 ottobre 2016 è entrato a far parte del Comando carabinieri per la tutela forestale, ambientale e agroalimentare, e riconfigurato nel 2017 con l’attuale denominazione.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Redazione V-news.it
Il bot redazionale

    Comments are closed.