Sab. Mar 28th, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Orta di Atella. Arriva il videoclip di Giovanni Sorivillo Tiempo Antico: ‘Quercia Regina’

5 min read
EVENTI IN EVIDENZA

Giovanni Sorvillo duetta con l’allieva Martina Perrotta

Nel videoclip c’è anche la partecipazione straordinaria di Peppe Lanzetta

ORTA DI ATELLA.

Ritmi pop e sound celtici schiudono alla voce di Martina Perrotta, la piccola guest di Mea Culpa, secondo album della band uscito ad aprile 2019, ed unica voce femminile del disco. Testo dedicato ad una regina: la quercia. Inevitabile la comparazione con l’uomo, tema caro e sempre presente nei testi di Giovanni Sorvillo. Un inno d’amore per la natura. Alla sua autorevolezza, che schiude ad una fragilità di cristallo. Il videoclip, secondo estratto dall’album Me Culpa, apre con un testo intenso, scritto e recitato da Peppe Lanzetta mentre siede davanti ad un falò. A seguire, un gioco di ombre trasferisce l’aridità, l’assenza di vita e colore, lasciato da un incendio che ha devastato quest’albero secolare. Si alternano ai ricordi del luogo amato l’amara realtà, che nelle parole di Giovanni Sorvillo trovano nuova speranza:

altrove le radici della quercia regina, sono ali in libertà.

GIOVANNI SORVILLO & TIEMPO ANTICO è composta da:

Giovanni Sorvillo – voce, sax tenore, chitarra acustica; Salvatore Acerbo – chitarra classica, chitarra acustica; Nicola Girardi – basso; Mario Lupoli – Sax Baritono

Giuseppe Vertaldi – batteria

Testo:

Quercia Regina feat Martina Perrotta Io che correvo sempre da te/ Quercia regina sopra un colle da re/ Voli di uccelli sopra di te/ Alberi neri seguono te vola regina/ Sopra un cielo da re/Vento di luna dentro di te/ Vola regina ma lontano da me/Un incendio mi ha rubato la felicità/E le tue radici sono ali in libertà/Tu vivrai dentro i miei sogni/Inventando

un’altra vita/Curerò le tue ferite/Cambierò le nostre vite/E sarai dentro i miei sogni/Inseguendo un’altra vita/Non avrai più le ferite/Che il tuo cuore avrà guarito/E le tue radici sono ali in libertà.

Crediti

Testo e musica: Giovanni Sorvillo/Voce: Giovanni Sorvillo e Martina Perrotta

Chitarra classica: Salvatore Acerbo/Direzione artistica: Gennaro Romano

Produttoreesecutivo: Vincenzo Perrotta – Smile Centro Odontoiatrico

Regia: Andrea De Fazio/Montaggio: Francesco Cunto

Direttore della Fotografia: Alessandro Lanciato/Drone: Stanislao Zimbella

Costumi e trucco: Catia Lavino/Macchinista: Antonio Buccella

La produzione ringrazia particolarmente:

Opificio Puca – Centro per l’Arte Contemporanea / Radio LDR /Luca Dell’ Aversana

Nicola Pellino/Gigi Iazzetta/Tania Kasyurak/Benedetto Granata/Attilio De Crescenzo

Credit foto: Salvatore Di Vilio

Biografia:GIOVANNI SORVILLO Orta di Atella (Ce), classe 1966
La sua carriera di musicista inizia all’età di quindici anni, suonando la chitarra ed esibendosi con vari gruppi locali. Dopo questa esperienza, inizia il suo percorso di sassofonista, in seguito a questa scelta avrà la possibilità di conoscere e studiare con James Senese. Nel 1986 iniziano varie collaborazioni in campo musicale con artisti del calibro di Larry Nocella, James Senese, Franco Del Prete, Gianni Guarracino, Bruno Illiano, Vittorio Remino. Nel 1988 partecipa, con Nino Buonocore, al programma televisivo “AZZURRO 88”. Nel 1989 incontra Tullio De Piscopo, con il quale collaborerà, in qualità di corista, al disco “BELLO CARICO”. Nel 1990 sarà impegnato con una performance con Eduardo De Crescenzo. Nel 1991 suonerà con Gianni Bella. Nel 1993 collaborerà con Maurizio Capone. Nel 1994/95 studia armonia con il maestro Michele Carrabba. Nel 1996 si ritirerà dalle scene per dedicarsi esclusivamente allo studio del sax tenore con il maestro Antonio Balsamo. Nel 1998 forma un quartetto Jazz, da lui ideato e diretto, con il quale si esibirà in noti locali di diverse città italiane. Nel 2004 forma il duo Jazza Bossa con Salvatore Acerbo. Nel 2006 insegna sassofono e armonia in varie accademie. Nel 2009 suona con Joe Amoruso, Tony Esposito, Piero Gallo, Alberto D’Anna, Layeba, Enrico Quaranta. Sempre nel 2009 incide un disco con sue melodie e testi di Franco Del Prete con la partecipazione del cantante Raiz (Almamegretta). Dal 2014 lavora al suo progetto con il gruppo Tiempo Antico.

TIEMPO ANTICO

Band costituita nel 2015 composta da: Giovanni Sorvillo (voce, sax tenore, chitarra acustica), Salvatore Acerbo (chitarra classica, chitarra acustica), Nicola Girardi (basso), Giuseppe Vertaldi (batteria) e Mario Lupoli (Sax Baritono). Musicisti uniti dal sacro fuoco per la musica, si ritrovano in questo progetto musicale che si compie nel nome del gruppo Tiempo Antico. Esordiscono nello stesso anno con il loro primo brano dal titolo Terra Avvelenata, un pezzo che denuncia tutta la sofferenza di una terra, tristemente nota come Terra dei Fuochi un tempo Campania Felix. Un testo di valore che si armonizza e completa nelle musiche, e gli varrà il Premio Un certain regard al Festival di Musicultura del 2015 piazzandosi fra i sedici finalisti, e premiato nella categoria Socialità e Musica al Festival del Premio Nazionale delle Musiche di Provincia – Latina del Maggio Sermonetano. Successivamente, iniziano a mettere in cantiere un progetto
musicale, consolidato nell’album CADEBE’, contenente dieci brani inediti più uno edito (Scauze, Anima Antica, Nu Signore, Na musica sincera, Saglie, Giuann Battista, Terra Avvelenata, Suonno, Chist’ ammore, Viento d’ajere, Veleno), uscito il 7 dicembre 2016.  Un lavoro pregno di sonorità mediterranee tradizionali e sperimentali, testi che attingono alla tradizione, ai ricordi, e al presente in tutte le sue sfumature. L’album è stato anticipato dal videoclip Nu Signore uscito il 10 novembre 2016, nel quale si racconta di un uomo del passato, presenza misteriosa, capace di guarire con la saggezza di consuetudini arcaiche i malanni di chi si recava al suo mettere in cantiere un progetto musicale, consolidato nell’album CADEBE’, contenente dieci brani inediti più uno edito (Scauze, Anima Antica, Nu Signore, Na musica sincera, Saglie, Giuann Battista, Terra Avvelenata, Suonno, Chist’ ammore, Viento d’ajere, Veleno), uscito il 7 dicembre 2016.

 Un lavoro pregno di sonorità mediterranee tradizionali e sperimentali, testi che attingono alla tradizione, ai ricordi, e al presente in tutte le sue sfumature. L’album è stato anticipato dal videoclip Nu Signore uscito il 10 novembre 2016, nel quale si racconta di un uomo del passato, presenza misteriosa, capace di guarire con la saggezza di consuetudini arcaiche i malanni di chi si recava al suo indirizzo. L’album vede la produzione artistica di Gennaro Romano ed è distribuito da Graf Music.
Il 24 giugno 2017 esce il loro secondo videoclip dal titolo Giuann Battista. La traccia rievoca un nome biblico e su quest’ onda narra il videoclip. Ancora una volta la penna di Giovanni Sorvillo –
autore del testo, protagonista del video e front man dei Tiempo Antico – propone un testo tagliente, riflessivo a tratti ironico. Ad un anno dal fortunatissimo disco d’esordio Cadebè primo disco dei Tiempo Antico, l’8 dicembre del 2017 arriva ‘Canapa’ il nuovo singolo. Seguito da un secondo album uscito il 19 aprile 2019 dal titolo Mea Culpa.

Ufficio Stampa

Angela Garofalo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close