Dom. Set 15th, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

ASL di Caserta. Esclusi dalle terapie ABA i ragazzi autistici

3 min read

Oltre ai sei anni di età non hai più diritto alla terapia

Associazione Bambini simpatici e speciali sempre in prima linea. Famiglie in rivolta: domani manifestazione di protesta  fuori la sede dell’Asl

Senza parole, rammaricati delusi ed arrabbiati come è giusto che sia, le famiglie dei ragazzi autistici esclusi dalle terapie ABA, una decisione stabilita dalla Regione Campania nella nuova partita di finanziamenti prevista a gennaio.

Fondi a cui avrebbero potuto accedere i centri privati di riabilitazione che precedentemente hanno preso in carico i bambini anche al di sopra dei 6 anni, gli stessi che ora rischiano di essere privati di terapie.
Infatti le Terapie Aba dal prossimo Gennaio saranno applicabili solo ai pazienti al di sotto dei 6 anni di eta’.
Circa cinquanta le mamme che ieri hanno manifestato fuori la sede dell’Asl di Caserta in via Unita’ d’ Italia, delegazione che e’ stata ascoltata da un Dirigente dell ‘ Asl il quale si e’ impegnato a trovare una soluzione in breve tempo alla situazione abominevole che si e’venuta a creare.

Una protesta pacifica la loro ma che porta con sè tutto lo sdegno della scelta scellerata da parte degli organi preposti di dichiarare assenza di responsabilità su una problematica seria e meritevole di ogni considerazione.
Ricordiamo che nella delibera sono evidenti diverse anomalie, la più lampante: come mai nel 2019 il progetto Aba era destinato a 250 bambini fino al sesto anno di età con un budget di 7,5 milioni di euro mentre nel 2018 è stata somministrata a circa 400 tra bambini (e ragazzi) e soprattutto senza limiti di età, con un budget di soli 3 milioni di euro?

L’Aba è uno dei metodi più efficace nel trattamento dell’autismo. Il progetto dell’Asl di Caserta ( impronta innovativa Campana) fu presentato tre anni fa con la presenza del professor Francesco Di Salle, uno dei pochi esperti in Campania di Aba.

La prima applicazione del metodo ABA in soggetti autistici risale al 1960 per opera di Lovaas, che mise in atto interventi per diminuire gravi comportamenti problematici e stabilire un linguaggio comunicativo (Smith & Eikeseth, 2011). Da qui si aprì la strada a una grande quantità di ricerche che portò all’applicazione sistematica ed intensiva dei principi comportamentali di base e all’uso di tecniche e procedure che diedero vita ad un modello di intervento estremamente efficace su questa popolazione di soggetti, l’intervento comportamentale intensivo precoce

Ora, dopo tale decisione, trent’anni di ricerca che hanno dimostrato l’efficacia del metodo ABA nel ridurre comportamenti disfunzionali e nel migliorare e aumentare la comunicazione, l’apprendimento e comportamenti socialmente appropriati, vengono completamente ignorati.

Ciò è impensabile, ed è doveroso affiancare queste famiglie e questi ragazzi nella battaglia iniziata, che non rappresenta solo la ‘loro’ lotta ma quella di tutti noi. Ciò che sta accadendo pretende una riflessione sociale che va oltre i costi ed i ricavi e soprattutto i bilanci: quale bilancio potrà fare il nostro territorio in futuro quando si guarderà indietro pensando a ciò che sta impedendo di realizzare nella vita e per la vita di questi ragazzi?
Domani a gran voce si chiederà giustizia con una manifestazione di protesta fuori la sede dell’Asl di Via Unità d’Italia, saranno presenti le associazioni “Bambini simpatici e speciali”, con il Presidente Michele Pisano sempre in prima linea per la difesa dei diritti e “La forza del silenzio”.

Le famiglie e la società tutta pretende dignità e che siano difesi i diritti soprattutto di chi non può difendersi da solo, di chi combatte con fiducia le sue battaglie quotidiane sperando in una qualità della vita migliore, che non deve rappresentare una regalia istituzionale ma un dovere da parte degli stessi ed un diritto inviolabile da difendere, oggi più di ieri.

http://www.bambinisimpaticiespeciali.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open