Dom. Set 15th, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Attentato a New York: 8 morti e 15 feriti

2 min read

Ha 29 anni, è di origine uzbeka e risiede negli Usa dal 2010. Sono queste le generalità di Sayfullo Habibullaevic Saipov, il lupo solitario che nel pomeriggio della vigilia di Halloween, a bordo di un furgone, ha seminato il “terrore”, vero, nella città di Manhattan, nei pressi di una pista ciclabile affollata. È di 8 morti e 15 feriti il bilancio provvisorio di questo attentato da cui il carnefice è scampato, venendo “soltanto” ferito dai corpi di polizia intervenuti repentinamente sul posto. L’attentatore, una volta finita la sua corsa a causa dello stop forzato del mezzo, avrebbe lasciato un biglietto all’interno del furgone nel quale indicava di agire per l’Isis e, al grido di Hallah Akbar, avrebbe impugnato una sparachiodi e cercato di assalire la folla che intanto si spargeva tutt’intorno tra urla e panico sempre crescenti. Secondo le prime dichiarazioni del presidente Trump si tratta “di un altro attacco da parte di una persona malata e folle” e ha aggiunto di aver “ordinato di aumentare i controlli”. Mentre per il sindaco di New York Bill de Blasio questo è “un atto terroristico particolarmente codardo”. L’uomo era residente a Tampa, in Florida, e non si escludono contatti con altri uomini facenti capo a organizzazioni terroristiche e\o presunte cellule del terrore. In tal caso, seppur l’aver agito in solitaria, le indagini potrebbero portare a scoprire altre persone coinvolte. Non si escludono rapporti e legami tra la penisola della Florida e lo stato di New York, così come non si escludono ramificazioni sempre più nette all’interno di tutto il territorio Usa. Il luogo dove è avvenuta la strage non è lontano da dove sorgevano le Twin Towers, ora Ground Zero, in cui gli americani scorgono la più grande ferita all’interno del proprio territorio da parte di gruppi terroristici. Chissà che l’imperialismo, forse, non sia come benzina su un fuoco ormai divampato, che si espande in maniera assai imprevedibile e con metodi sempre meno intercettabili. La follia umana, sia che indossi una veste araba o una cravatta rossa, non promette mai nulla di buono.

Open