• Dom. Ott 17th, 2021

Aversa/Castel Volturno. Non si ferma all’alt dei Carabinieri: fermato pregiudicato. Ecco perchè

DiThomas Scalera

Gen 15, 2018

AVERSA/CASTEL VOLTURNO. I Carabinieri della Stazione di Trentola Ducenta (CE), in Aversa (CE), nel corso di un servizio teso alla prevenzione e repressione dei reati predatori, hanno proceduto all’arresto, in flagranza di reato per furto aggravato, resistenza a pubblico ufficiale e possesso ingiustificato di grimaldelli, del pregiudicato Granato Ciro, cl. 1984, residente a Castel Volturno (CE).

I militari dell’Arma dopo aver intercettato l’uomo in via Seggio mentre stava salendo, con atteggiamento sospetto, a bordo di un autovettura Fiat 500, risultata di proprietà di una ventottenne di San Marcellino (CE), gli hanno subito intimato l’alt allo scopo di procedere ad un controllo. Quest’ultimo, noncurante della presenza dei militari, ha avviato l’autovettura sulla quale era furtivamente salito ed ha accelerato per poi fermarsi a poche centinaia di metri, abbandonando il mezzo a bordo strada e tentando la fuga a piedi in un’area sterrata nell’adiacente comune di Lusciano (CE). Dopo un breve inseguimento Granato Ciro è stato fermato e bloccato. A seguito di perquisizione personale e veicolare è stato trovato in possesso di un grimaldello in acciaio e di uno scanner per decodificare le centraline delle auto. L’autovettura poc’anzi asportata, invece,  presentava il quadro strumenti chiaramente manomesso. Il mezzo recuperato è stato restituito all’avente diritto. Granato Ciro è stato sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

Leggi anche:

Grazzanise/Castel Volturno. Esercizio della caccia con mezzi non consentiti: denunciate quattro persone

Gricignano di Aversa. Sparatoria al centro di accoglienza “La Vela”: grave un giovane gambiano. I fatti

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru