• Dom. Ott 17th, 2021

Aversa. Giornata mondiale della Musica e dello Yoga

DiThomas Scalera

Giu 22, 2015


Ieri, 21 giugno, presso l’Ospedale Psichiatrico Santa Maria Maddalena è stata celebrata la giornata Mondiale della Musica e dello Yoga. Quello di ieri è stato, senza dubbio, un evento unico e memorabile.

Sin dalle calde ore della mattina, con le lezioni di Yoga e con l’intervento del regista Silvano Agosti, l’atmosfera è stata gioiosa e rilassata.

Musicisti di ogni repertorio ed un divertentissimo sketch teatrale hanno, a partire dal pomeriggio, intrattenuto e animato il pubblico.

Alla sera, l’atmosfera si è riscaldata al ritmo di “A-F-R-I-C-A”. Le travolgenti musiche africane, infatti, hanno fatto ballare un po’ tutta la platea.

La manifestazione si è poi conclusa con le ipnotiche esibizioni delle danzatrici del ventre della scuola di danza etnica “L’angolo di Cliv”.


Il saluto finale è stato lasciato agli organizzatori dell’evento: Germano Carotenuto, Carmine Monaco, Vincenzo Oliva e Rosario Abate. Questi hanno ricordato come l’evento sia stato organizzato in pochissimo tempo, oltre che autofinanziato: dimostrazione questa che, con pochi mezzi ma con una certa dose di buona volontà, si può fare molto per “la Maddalena”.


Gli artisti accorsi nella giornata di ieri, infatti, si sono esibiti a titolo gratuito, perché l’amore per l’arte e per le bellezze del nostro territorio supera ogni tipo di logica affaristica. E questo lo sanno bene i giovani del laboratorio politico Iskra, i quali, oltre ad aver dato il loro contributo alla realizzazione dell’evento, stanno conducendo attivamente una battaglia per la difesa ed il recupero di quest’area. Altro ringraziamento va fatto alla Fattoria Fuori di Zucca che ha messo a disposizione i suoi spazi per gli eventi Yoga e per il collegamento in diretta con il regista Silvano Agosti.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru