• Lun. Ott 18th, 2021

Aversa. Prende a bastonate l'anziana madre: arrestato

La Polizia ha arrestato un 52enne

L’uomo è accusato di stalking e maltrattamenti 

AVERSA. La Polizia di Stato ha arrestato per stalking e maltrattamenti Francesco Nugnes, 52 anni, residente ad Aversa. Nella serata di ieri la Volante del Commissariato è intervenuta d’urgenza presso l’ospedale Moscati dove era giunta una donna anziana colpita con un bastone alla testa e picchiata dal proprio figlio.

Immediatamente gli operatori di Polizia, che conoscevano già il soggetto per precedenti specifici, venivano anche a conoscenza di ulteriori episodi di violenza nei confronti della madre; in un’occasione addirittura le aveva rotto un braccio, ma la donna per paura di ripercussioni non volle denunciarlo.

La conflittualità in casa era ormai ordinaria anche per via della continua richiesta di soldi da parte di Nugnes, consumatore di droga. L’escalation di violenza è degenerata quando l’uomo ha saputo che la propria madre aveva intenzione di senunciarlo e così ha preso un bastone e ha iniziato a picchiarla.

L’anziana ha avuto la forza di chiamare gli altri due figli e farsi accompagnare in ospedale. Apprese tali notizie, i Poliziotti si portavano a casa della donna dove era presente il figlio che, barricatosi in casa, non consentiva a nessuno di rientrare. Poco dopo giungeva dall’ospedale anche la donna che, munita di chiavi, permetteva l’accesso ai Poliziotti.

Nonostante la presenza delle Forze di Polizia, Nugnes continuava nei suoi atteggiamenti minacciosi e violenti a tal punto che, per evitare il peggio erano costretti a separare i due e procedere con la stesura degli atti di rito. L’uomo veniva quindi tratto in arresto e trasferito al carcere di Poggioreale.

Anche in questo caso il pronto intervento della Volante ha consentito di evitare il peggio per la donna, mettendola al sicuro da ulteriori violenze.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru