Comunicati Stampa

Aversa. Utilizzo proventi articolo 208, segnalazione di Ciaramella (AIFVS) a Prefettura e magistratura

Biagio Ciaramella
EVENTI IN EVIDENZA

“Chiediamo si faccia chiarezza, troppi morti sulle strade”

AVERSA. Il responsabile della sede di Aversa ed agro aversano dell’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada OnlusBiagio Ciaramella, si è recato, questa mattina, presso gli uffici protocollo della Prefettura di Caserta, oltre che dei Tribunali di Santa Maria Capua Vetere e Napoli Nord.

Motivo dell’azione la verifica rispetto alle prescrizioni di cui all’art. 208 CDS, riguardante proventi derivanti dai verbali effettuati sui territori di Caserta e Napoli  dagli enti preposti alla sicurezza stradale  ed il loro utilizzo. Il documento è stato inviato, via Pec, anche al Prefetto ed alla Procura di Napoli. Un’azione scaturita dalla mancata risposta ottenuta da Ciaramella da diverse amministrazioni comunali contattate sia del napoletano che del casertano: “Siamo stanchi – dice Ciaramella – di sentire sempre gli stessi discorsi legati all’assenza di capitale per risolvere le problematiche. Vogliamo, pertanto, capire quale sia l’utilizzo delle risorse pecuniarie derivanti dall’articolo 208. Non abbiamo avuto altra scelta che segnalare il tutto alla magistratura “.

L’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada chiede di “effettuare tutte le opportune indagini e verifiche al fine di stabilire se vi è stato negli ultimi 5 anni – si legge – e se vi è attualmente, il rispetto di tale dettato normativo, dal momento che lo stesso determina la possibilità di prevenire numerosi incidenti stradali nei quali, assai spesso, si perde la vita o si resta gravemente compromessi nella propria incolumità”.

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.