• Ven. Ott 22nd, 2021

Azione Cattolica. Mafalda Maciariello è la nuova delegata della regione Campania

DiThomas Scalera

Mar 29, 2017

C’è una notizia, seppur apparentemente di poco conto, molto significativa e motivo di grande gioia se ad essere coinvolta in prima persona è proprio la nostra piccola diocesi di Teano-Calvi: la nomina a delegato regionale dell’Azione Cattolica della Campania di Mafalda Maciariello, meglio conosciuta con il nome di Aldina.
Infatti, domenica 26 marzo, nel seminario diocesano di Nola, si è tenuta la XVI Assemblea regionale di Azione Cattolica, “Fare nuove tutte le cose. Radicati nel futuro, custodi dell’essenziale”, durante la quale si è dato via al nuovo triennio 2017-2020 con l’elezione del nuovo delegato e dei candidati al nuovo Consiglio Regionale. Nel presentare se stessa e il suo percorso in AC all’Assemblea elettiva, ha usato la metafora della “tavolata”: oltre ad essere un tratto distintivo della sua persona, “e si può ben vedere”, ha accennato con un sorriso ironico, fare AC significa riunirsi attorno ad una tavola, non solo per banchettare, ma soprattutto per confrontarsi, per discutere delle varie dinamiche da attuare, per conoscersi e per istaurare rapporti d’amicizia, poi, tavolata è anche sinonimo di familiarità e quotidianità, caratteristiche proprie dell’AC.
Ma conosciamo più da vicino Aldina. Di origini svizzere, è nata il 17 aprile 1967, all’età di 10 anni è scesa in Italia, trascorrendo la sua giovinezza a Riardo, dove ancora tutt’ora vive con la sua famiglia. Sposa e madre di tre figli maschi, laureata all’Orientale di Napoli nel 1992, di ruolo nel 2007 dopo aver vinto il Concorso Ordinario e dopo aver accumulato svariati Master e Corsi di Perfezionamento, anche all’estero, svolge la professione di insegnante di inglese presso l’Istituto Comprensivo “Falcone e Borsellino” di Pietramelara. Ma ciò che l’ha portata ad un incarico di tale portata è comunque il frutto di una lunga escalation all’interno del cammino di Azione Cattolica. Già al suo arrivo in Italia, ha avuto i suoi primi approcci con la vita parrocchiale e in particolare con l’Azione Cattolica, grazie anche alla figura dell’allora parroco Don Antonino De Trucco. Poco più che maggiorenne ha fatto parte del Consiglio Diocesano come consigliere nel settore ACR. Alla fine di questo mandato, l’allora Vescovo di Teano-Calvi, Mons. Felice Cece, la nominò Presidente Diocesano ad appena 23 anni, nomina poi riconfermata dal suo successore, Mons. Francesco Tommasiello. In questi stessi anni ha partecipato, poi, alla Commissione Giovani Nazionale guidata dall’allora vice-presidente nazionale Roberto Falciola per la revisione di alcune parti del cammino formativo. Nel triennio 1995-1998, invece, è stata incaricata regionale ACR nel consiglio regionale avente Rachele Sibilla come delegata. Ancora, nel triennio 2005-2008 è rientrata nel Consiglio Diocesano come segretaria diocesana. A fine di questo mandato, il Vescovo Mons. Arturo Aiello l’ha scelta nella terna come Presidente Diocesana, riconfermata, poi, per il triennio successivo. Ma nel frattempo, tra un incarico e l’altro, non ha mai smesso di lavorare in parrocchia, prima come educatrice ACR, poi come animatrice giovani e ultimamente come animatrice adulti.
Stando alle sue stesse parole, la sua delegazione è giunta alquanto inaspettata: anche se negli ultimi anni si è dedicata esclusivamente all’ambito parrocchiale, la proposta della sua candidatura è stata avanzata in primis da molte diocesi della Campania, forse proprio per la sua carriera pregressa, poi, è stata approvata dal Vescovo di Teano-Calvi, da lei stessa e, in ultimo, definitivamente dall’assemblea elettiva, dalla quale ha ricevuto ben 101 voti, superando, così, un altro candidato. Come di consuetudine, lei si sente inadeguata all’incarico affidatole, anche perché prende il posto di “una persona squisita e valida, quale è stata Titti Amore”, ha affermato la stessa Aldina. Certo, le cose nuove sono sempre motivo di timore e spavento, di incertezza e titubanza, ma come ha espressamente ribadito la neo delegata, “mi affido alla volontà di Dio e della Chiesa, nel caso confido nell’aiuto di tutta questa meravigliosa famiglia che è l’Azione Cattolica”.
 Dunque, dopo aver ricevuto questa grande notizia e dopo aver sperimentato ancora una volta la bellezza dell’inaspettato, tutta la Diocesi non può far altro che mostrare vicinanza e affetto alla nuova delegata, incoraggiandola e sostenendola in questo nuovo percorso, arduo sì, ma sicuramente motivo di gioia, soddisfazione e crescita.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru