Agro CalenoCantantiMusicaNewsPagina Nazionale

“BabyBertè”, un omaggio a Loredana sul web

Un omaggio a Loredana Bertè da parte di un gruppo di giovani ragazzi

Da qualche settimana gira su youtube un simpaticissimo video girato da una cerchia di amici tutti fans di Loredana Bertè. Tutti sparsi per l’Italia uniti per la passione per la musica della tigre blu. Sparanise, Caserta, Viterbo, Roma, Bari, Palermo. Una passione che va su e giù per lo stivale e ha unito il cuore di giovani ragazzi.

loro sono: Alfredo Arciero, Desirée Turchetti (regia), Agnese Bellomi, Marysa Carimati, Melissa Emmanuel, Vincenzo Siciliani, Roberto Canestro, Riccardo Brundù, Sabrina Cicero, Rachele Rita Scaglione.

Quanti anni ha Loredana Bertè? Sembra ieri che insieme alla compianta sorella Mia Martini intonava alcune delle canzoni più importanti della canzone italiana. Si può dire che lei è una delle artiste italiane più amate di sempre. Definita la “Regina del rock italiano”. Scopriamo insieme alcune curiosità.

Loredana Bertè è nata a Bagnara Calabra il 20 settembre 1950. Viene al mondo tre anni dopo sua sorella Domenica (Mia Martini) ed è la terza di quattro figlie femmine. La sua infanzia è stata molto dura, come la stessa ha dichiarato dopo la morte di sua sorella Mia nel 1995, una perdita che inciderà molto sulla sua vita che ricorderà spesso nelle sue canzoni e ogni momento con molta tristezza.

Su Mia, Loredana ha sempre speso parole di grande amore. Ecco una sua intervista riportata su Repubblica: “È triste pensare che molti registi famosissimi di trasmissioni televisive non volevano Mia. Addirittura c’era un fonico che faceva gli scongiuri e sperava che non cascasse il teatro. Negli ultimi tempi avevano ridotto così Mia, quindi immaginate come poteva sentirsi”. Ma non solo un rapporto affettivo, ma anche una forte stima professionale verso la sorella: “La sua voglia di fare musica era immensa, ma glielo hanno impedito per 15 anni. Chissà quante altre canzoni poteva darci, lei che aveva una conoscenza infinita della musica. Con questi signori ho ancora a che fare, alcuni sono vivi, ma quando li guardo in faccia abbassano gli occhi. Non partecipo alle loro trasmissioni“.

Ma chi è Loredana per questo piccolo gruppetto di amici?Scopriamolo insieme in questa breve intervista con Alfredo e Desirèe.

Ciao Desirèe, qual è stata la prima canzone che hai ascoltato di questa grande cantante?

La mia prima canzone è stata “Fotografando” ricordo che mio padre aveva una raccolta di successi e da quel giorno mi innamorai della sua voce.

Ciao Alfredo, la tua canzone preferita?

Senza dubbio “L’Araba Fenice”. Mi identifico molto in questo brano, poiché descrive ciò che bisogna essere nella vita.

Loredana Bertè canta la sorella Mimì “Almeno tu nell’universo”, secondo te che messaggio ha voluto mandare la cantante con  l’interpretazione di questa canzone?

AlfredoAlmeno tu nell’ Universo” è stata cantata  pochissime volte da Loredana. Non ha mai fatto una cover; l’ha sempre cantata, rendendola al femminile, per omaggiare Mimì. Penso che  Loredana e Mimì cantavano brani diversi, ma erano spinte dallo stesso sentimento, dalla stessa intimità  da ” sorelle”, legame che non si è mai distrutto, Mai.

Sui social abbiamo letto “vado a sanremo per mimi. Vorrei che mia sorella per una volta fosse orgogliosa di me”. Secondo te loredana non si sentiva apprezzata da Mimi?

Desirèe: Uno dei difetti più grandi di Loredana è il sottovalutarsi; va bene essere autocritici, ma non è bene colpevolizzarsi e pensare negativo di sé anche non avendo motivazioni. É sempre stata meravigliosa, anche nei periodi difficili della sua vita é sempre riuscita a rialzarsi, e secondo me, Mimì è orgogliosa già per questo, per la donna che è diventata. Una forza, un uragano in grado di travolgere tutti con il suo carattere e la sua voce da leonessa! Mia Martini, nonostante il loro litigio dopo Sanremo 1993, è stata molto orgogliosa della sorella, come ha affermato in un intervista: “Per la prima volta l’ ho vista con una grande grinta, ma non una grinta cattiva, isterica… Una grinta dolce, è stata persino disarmante… L’ avrei mangiata di baci.” Queste parole, ci fanno capire molto quel che pensa Mimì nei suoi confronti. Non c’ é mai stata una concorrenza negativa tra loro, anzi, si sono sempre sostenute a vicenda. Sua sorella è orgogliosa di lei, lo è sempre stata, ma non capisco perché sembra che non lo accetti; sembra quasi che dicendo queste parole, la spinga a tirare fuori il meglio di sé, ed è un bene… Ma deve capire che sua sorella è stata, é e sarà sempre orgogliosa di lei, soprattutto della sua rinascita.

Per la stampa nazionale la Bertè si sente ancora un “caso”, oppure le cose sono decisamente cambiate tra lei e l’opinione pubblica?

Alfredo: Negli ultimi anni la critica ha sempre sostenuta Loredana Bertè . Nell’ultimo periodo l’attenzione avuta a Sanremo e l’immenso calore dimostrato dal pubblico  ha fatto parlare tantissimo della tigre blu. Sui media e sui social si sente ancora il brano proposto alla kermesse più amata dagli italiani.Con il brano Cosa vuoi da me, Loredana Bertè ha cercato di dare il massimo per emozionare la gente e non deludere le aspettative, specie di coloro che la seguono da sempre.

“Non ti dico no”, il duetto con i Boomdabash, ha anticipato ha accompagnato l’estate 2018 degli italiani e continua ad essere fra le canzoni più trasmesse in radio, su Youtube il video ha superato 38 milioni di visualizzazioni in 10 mesi. Questo brano ha avvicinato alla Bertè un “nuovo pubblico” come quello dei bambini. Secondo voi è un pubblico che potrebbe stancarsi presto della sua musica o come voi potrebbe seguirla anche in futuro?

Desirèe: Loredana ha sempre avuto dei “Baby Berté” tra i suoi fans, e lo si può capire anche dalle nostre esperienze. Noi non ci siamo mai stancati di lei, perché la Bertè è un punto fisso della nostra vita, una guida da seguire, non ci ha emozionato solo con la sua musica, ma ci ha cresciuto grazie alle sue esperienze. Senza Loredana, non esisterebbe la ragazza che sono oggi.I veri fan restano, non si stancano mai. Oggi i bambini vanno dove tira il vento, dove c’ é moda, quindi è probabile che un giorno alcuni potranno smettere di seguirla (spero di no ovviamente), ma quelli che la stimano veramente, vanno contro la moda, sono anticonformisti proprio come lei.

Un ultima domanda come mai avete pensato di creare un video dedicato a Loredana Bertè?

Alfredo: Il video è stata un’ idea di Desirée Turchetti. Tutti noi  sentivamo il bisogno di   dire ” Grazie” ad una grande  Donna ed Artista Italiana. Non essendo stato un perioo molto semplice abbiamo voluto mostrarle anche ” vicinanza” con questo abbraccio virtuale di parole. E’ stato un modo per sentirci vicini in questo periodo così delicato. E’ propio vero che la musica unisce e accorcia le distanze. Ci auguriamo che tutto questo finisca molto presto, e che potremo tornare ad urlare e cantare con Loredana ,la nostra  tigre della vita e di quel palco, che da sempre ha conquistato.

Una bella iniziativa da un pubblico giovanile per la passione per la musica che chiude l’intervista dicendo: “Chissè se la Tigre Blu riuscirà a leggere questo articolo”.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Comments are closed.