Lun. Set 23rd, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Bacino di crisi di Caserta: “Caro Partito Democratico hai fallito, il lavoro non esiste più”

5 min read
CASERTA. Ed eccoci ancora qui a parlarvi in maniera vergognosa di scarsa inadempienza politica, di vuoto istituzionale, di menefreghismo, di solitudine operaia, di nullafacenza, di rabbia. Ahinoi, ci ritroviamo ancora una volta a fronteggiare clamorosamente “un muro” che perde colpi una “nave” che perde valore a suon di “perdite”, il tutto per cercare di mettere alla luce della cittadinanza la situazione del “BACINO DI CRISI DI CASERTA” che è con “l’acqua” alla gola. I lavoratori del “BACINO DI CRISI DI CASERTA” sono stati dimenticati definitivamente dalle istituzioni politiche, la loro situazione resta tragica. Vi racconteremo qualora non fosse ancora chiaro, non brevemente, la trama della sceneggiata teatrale della politica di centrosinistra. “Appassionatamente …. presi in giro dai politicanti di casa nostra”. La sceneggiata ha vergognosamente inizio con vari incontri nella Federazione Provinciale del PD con il commissario provinciale Senatore Franco Mirabelli, poi la sceneggiata dell’incontro romano al Ministero del Lavoro, l’incontro fu promosso dalle tre sigle sindacali accusati di aver sancito la condanna a morte dei lavoratori e dall’Onorevole del PD Camilla Sgambato, insieme al Sottosegretario al Ministero del Lavoro Franca Biondelli. Tante le promesse ma nessun provvedimento per Caserta. Dopo due anni di promesse la Regione Campania ha solo continuato a discriminare i lavoratori. I lavoratori nei vari incontri hanno sempre chiesto ai vertici del PD di premere in Regione (sulla questione dei corsi di formazione retribuiti, partiti solo per una parte dei lavoratori) ma soprattutto sulla questione della mobilità retroattiva che riguarda i lavoratori esclusi del “BACINO DI CRISI DI CASERTA”.
Open