• Mar. Ott 26th, 2021

Baia e Latina: Ordinanza Sindacale sula combustione dei residui vegetali

DiThomas Scalera

Lug 3, 2014

Riceviamo e divulghiamo il seguente Comunicato Stampa del Sindaco di Baia e Latina Michele Santoro:

“OGGETTO

COMBUSTIONE SUL LUOGO DI PRODUZIONE DEI SOLI RESIDUI VEGETALI DERIVANTE DA SFALCI, POTATURE O RIPULITURE PROVENIENTI DA ATTIVITA’ AGRICOLE E FORESTALI .

IL SINDACO

Premesso che:

-ai sensi dell’art. 179 e ss. del D. Lg.vo 152/2006 e ss.mm.ii. la gestione dei rifiuti avviene nel rispetto della gerarchia a partire dalla produzione fino allo smaltimento;

-l’art. 184 c.3 lett. a) definisce rifiuti speciali i rifiuti da attività agricole e agroindustriali ai sensi e per gli effetti dell’art. 2135 del codice civile;

-l’art. 185 c.1 lett. f) stabilisce che non rientrano nell’applicazione della parte quarta del suddetto decreto, paglia, sfalci e potature nonché altro materiale agricolo o forestale naturale non pericoloso, utilizzato in agricoltura, nella selvicoltura o, per produzione di energia mediante processi e metodi che non danneggiano l’ambiente né mettono in pericolo la salute umana;

Visto l’art. 191 del citato decreto ” Ordinanza contigibili ed urgenti e poteri sostitutivi” che prevede l’emissione di ordinanze sindacali per consentire il ricorso temporaneo a speciali forme di gestione dei rifiuti;

Visto il D. L. n. 91/2014 del 24/06/2014 art. 14 c. 8 lett. b) che inserisce una precisa disposizione nel codice ambientale all’art. 256 bis c. 6 del D. Lg.vo 152/2006 per precisare che non si applicano le sanzioni connesse alla gestione dei rifiuti, né quelle previste per la combustione illecita dei rifiuti abbandonati introdotti dal decreto legge sulla Terra dei Fuochi, alla combustione in loco di materiale agricolo e forestale derivante da sfalci, potature e/o ripuliture in loco , in caso di combustione in loco delle stesse, consentendo la combustione in piccoli cumuli ed in quantità giornaliere non superiore a 3 metri cubi per ettaro nelle aree, periodi ed orari individuati con apposita ordinanza del Sindaco, fatto salvo il divieto assoluto nel periodo di massimo rischio per gli incendi boschivi individuato con decreto Regionale effettuare la combustione dei vegetali agricoli e forestali;

Ritenuto necessario garantire sul territorio comunale un sistema di smaltimento delle potature e dei residui agricoli al fine di evitare rischi per l’ambiente, per l’innesco e la propagazione di incendi;

VISTO l’art. 7 del Decreto Legislativo 30/04/1992, n. 285 e s. m. i.;

VISTA la Legge 7 agosto 1990, n. 241, recante Nuove norme in materia di procedimento amministrativo, artt. 21 bis, 21 ter e 21 quater;

LETTO l’art. 19 del vigente Statuto Comunale;

 

ORDINA

 

LA COMBUSTIONE SUL LUOGO DI PRODUZIONE DEI SOLI RESIDUI VEGETALI DERIVANTE DA SFALCI, POTATURE O RIPULITURE PROVENIENTI DA ATTIVITA’ AGRICOLE E FORESTALI ALLE SEGUENTI CONDIZIONI A TUTELA DELLA SALUTE E DELL’AMBIENTE:

DURANTE TUTTE LE FASI DELL’ATTIVITA’ E FINO ALL’AVVENUTO SPEGNIMENTO DEL FUOCO DEVE ESSERE ASSICURATA COSRTANTE VIGILANZA DA PARTE DEL PRODUTTORE O DEL CONDUTTORE DEL FONDO O DI PERSONA DI SUA FIDUCIA ED E’ VIETATO ABBANDONARE LA ZONA FINO ALLA COMPLETA ESTINZIONE DEI FOCOLAI E BRACI;

LA COMBUSTIONE DEVE ESSERE EFFETTUATA IN CUMULI DI DIMENSIONE LIMITATA AVENDO CURA DI ISOLARE LA ZONA SU CUI ABBRUCIARE E DI LIMITARE L’ALTEZZA ED IL FRONTE DELL’ABBRUCIAMENTO;

POSSONO ESSERE DESTINATI ALLA COMBUSTIONE ALL’APERTO AL MASSIMO 3 METRI CUBI PER ETTARO GIORNALIERO;

LA COMBUSTIONE DEVE AVVENIRE AD ALMENO 100 METRI DA EDIFICI DI TERZI E STRUTTURE E STRADE DI GRANDE COMUNICAZIONE;

LA COMBUSTIONE DEVE SVOLGERSI NELLE GIORNATE IN ASSENZA DI VENTO E PREFERIBILMENTE UMIDE ED IL FUOCO DEVE ESTINGUERSI ENTRO LE ORE 10.00 ANTIMERIDIANE, OPPURE DEVE ACCENDERSI DOPO LE ORE 18.00;

NELLE AREE AGRICOLE ADIACENTI AI BOSCHI O UBICATE A DISTANZA INFERIORE A 200 METRI DAGLI STESSI, GLI INTERESSATI DEVONO REALIZZARE UNA FASCIA PARAFUOCO DI LARGHEZZA NON INFERIORE A 5 METRI, PRIVA DI VEGETAZIONE.

RIMANE VIETATA LA COMBUSTIONE DI MATERIALI O SOSTANZE DIVERSI DAGLI SCARTI VEGETALI INDICATI NELLA PRESENTE ORDINANZA.

E’ CONSENTITO L’ACCUMULO PER UNA NATURALE TRASFORMNAZIONE IN COMPOST O TRITURAZIONE IN LOCO PER LA STESSA FINALITA’.

DISPONE

La Polizia Locale e le Forze dell’Ordine Stradale ed a quanti altri spetti secondo la legislazione vigente, sono incaricati dell’osservanza della presente ordinanza;

In caso di mancata ottemperanza alla presente ordinanza il Comune, oltre ad avviare le necessarie azione contro i responsabili, provvederà in danno e a totale carico dei soggetti responsabili alla esecuzione delle operazione ordinate, dando nel contempo comunicazione alla ‘Autorità Giudiziaria e ad ogni altra Autorità.

La presente ordinanza vale quale formale messa in mora dei soggetti indicati ai fini del risarcimento del danno.

Contro la presente ordinanza è ammesso il ricorso al Tribunale Amministrativo della Regione Campania, entro 60 giorni dalla pubblicazione, in via alternativa, ricorso straordinario al capo dello stato entro 120 giorni dalla pubblicazione, per motivi di legittimità, dalla notifica o dalla pubblicazione all’albo pretorio on line.

Si dispone altresì che copia della presente sia pubblicata all’albo pretorio comunale nonché sia trasmessa:

  • Al Sig. Prefetto della Provincia di Caserta (via pec);

  • Al Comando di Polizia Locale;

  • Al Comando Stazione Carabinieri di Pietramelara (via fax al n. 0823987900);

  • Al Comando Stazione Forestale di Pietramelara (via fax al n. 0823987642)

  • Al Competente Settore di protezione Civile Regionale.”

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru