• Dom. Ott 24th, 2021

Bellomi e Profeta: due personali allo Spazio E di Milano ‏

DiThomas Scalera

Nov 25, 2014

Profeta deposito surrealee rid

Si sono inaugurate sabato 22 novembre le mostre personali di Marco Bellomi e Luigi Profeta a cura di Valentina Carrera presso lo Spazio E di Milano e in collaborazione Zamenhof Art di Milano, la mostra si potrà visitare fino a venerdì 28 novembre. Marco Bellomi in “ Niente di Personale “ , si definisce per una volontà palese di voler circoscrivere, ridefinendolo, uno spazio pittorico caratterizzato da ampie campiture di colore, da geometrie astratte solcate da segni evidenti di primitiva, sciamanica incisività. Il tutto riporta ad una poetica al limite della figurazione, rivolta ad indagare gli spazi, le frontiere incerte, i limes di un territorio che ci parla della dimensione del Sacro, dell’Altro da Sé ovvero dell’incerto, della trascendenza, dell’impermanenza. Oltre lo spazio elimitato, evocativo di una dimensione di senso che assorbe completamente l’osservatore, si ritrova tanto l’artista quanto sé stessi. I segni e gli spazi ci parlano di Noi, della nostra capacità di abbandonare le certezze, i bisogni indotti e la continua ricerca del senso e di sicurezza che ci fa Uomini, soggetti indifesi all’immanenza della Libertà. Mentre Luigi Profeta in “ Memorie di Luoghi” in questo suo reportage vuole narrare se stesso attraverso i ricordi e i sentimenti. Le fotografie della memoria di Luigi Profeta, in bianco e nero per rendere la purezza assoluta di un’immagine in cui è il fruitore a dover aggiungere i colori del suo vissuto, rimandano ad un’esperienza del mondo che vibra tra il personale e il sociale. Da una parte c’è l’occhio dell’artista che indaga i luoghi della sua memoria, dall’altra ci sono angoli di mondo che parlano delle vicende di una società che è capace di abbandonare all’incuria la propria storia, di una natura forte che impone le proprie architetture apparentemente disordinate dove la mano dell’uomo smette di esercitare il suo controllo, di cuori sbalestrati dalla frenesia che cercano conforto nella ricerca di una conferma del proprio vissuto visitando luoghi conosciuti che hanno marcato loro passaggi formativi. Noi uomini ci definiamo per le nostre esperienze e per le nostre scelte, entrambe collocabili lungo le direttrici della nostra esistenza disegnando un tracciato in continua evoluzione in cui la memoria e le emozioni del momento giocano un ruolo determinante. La sensazione di nostalgia che così si viene a creare dovrebbe favorire l’insorgenza di un senso di vergogna tendente alla rinascita tramite l’azione. E così il desiderio di voler vedere rinascere certi luoghi si unisce alla spinta esistenziale di metabolizzare e superare i traumi personali che ciascuno custodisce nell’anima.

Bellomi 250

Spazio E di Milano

Marco Bellomi e Luigi Profeta

a Cura di Valentina Carrera

dal 22 al 28 novembre 2014

Orari:

dal martedì al sabato dalle ore 15.00 alle ore 19.00 domenica dalle ore 11.00 alle ore 19.00

Ingresso libero

 Spazio E

Spazio E2

Alzaia Naviglio Grande 4, Milano

[email protected]

338.7689158

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru