• Lun. Ott 18th, 2021

Bellona. 72° anniversario Eccidio dei 54 Martiri

DiThomas Scalera

Ott 10, 2015

114745_bellona_eccidio

BELLONA. Con una solenne cerimonia organizzata dall’Amministrazione Comunale a cura dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio Comunale retto dal Presidente dr.cav. Domenico Valeriani e dall’A.N.F.I.M., si è celebrato il 72º Anniversario dell’Eccidio delle 54 Vittime della Rappresaglia del 7 Ottobre 1943. Dopo le principali funzioni di alzabandiera e di deposizione di due corone di alloro presso la lapide che ricorda i Caduti di tutte le Guerre, in Piazza Umberto I, da parte dell’Amministrazione Comunale e dell’A.N.F.I.M. Roma, il trombettiere della Fanfara dell’Arma dei Carabinieri di Napoli eseguiva il silenzio d’ordinanza. Subito dopo il corteo, composto dalle Associazioni, Autorità Civili, Militari, Religiose Scuole e Cittadinanza si recava presso la Cappella di San Michele Arcangelo dove, la mattina del 7 ottobre 1943, i tedeschi radunarono circa centocinquanta uomini frutto di una spietata rappresaglia. Ai piedi dell’altare della Cappella due alunni della 5^ elementare deponevano un serto floreale, in omaggio alle vittime della furia nazista, accompagnati dal Sindaco di Bellona, dr. Filippo Abbate, Presidente A.N.F.I.M. Regione Campania Vincenzo Carbone e dalle Autorità Istituzionali intervenute per l’occasione tra cui il Vice Prefetto Vicario di Caserta, dr. Michele Campanaro, il dr. Angelo Di Costanzo, Presidente della Provincia di Caserta, i Sindaci dei Comuni della provincia di Caserta, il Col. Davide Scalabrin, Assistente Militare ed Aiutante di Campo del Presidente della Repubblica per l’Esercito, i Generali Franco Mottola, Comandante Interregionale Carabinieri “Ogaden” in rappresentanza del Capo di Stato Maggiore della Difesa, Antonio Dibello, Vice Commissario per le Onoranze ai Caduti in rappresentanza del Commissario Generale per le Onoranze ai Caduti, Raffaele Antonio, Comandante Comando di Difesa Interregionale Sud, Giuseppe Faraglia, Comandante del Centro Addestrativo Volontari di Capua e Luigi Vinaccia, in rappresentanza del Generale Comandante del 2° FOD di San Giorgio a Cremano, il Col. Giancarlo Scafuri, Comandante Provinciale Carabinieri di Caserta, il Col. Giuseppe Verrocchi, Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Caserta, il Gen. Gianfranco Cavallo, Comandante della Legione Carabinieri di Napoli, il Cap. Giovanni Mandia, Comandante la Compagnia Carabinieri di Capua, il Cap. Andrea Longo, Comandante della Compagnia GdF di Capua, il Col. Giancarlo Di Serafino, Comandante del 17° Reggimento Addestrativo “Acqui” ed il dr. Alessandro D’Acquisto, fratello della Medaglia d’Oro al Valor Militare Salvo D’Acquisto. Le associazioni combattentistiche di varie Forze Armate e Forze di Polizia assicuravano la loro presenza con rappresentanti, labari e vessilli tra cui l’Associazione Nazionale Autieri d’Italia Sezione di Caserta con il Presidente Gen. Salvatore Cincimino, l’Associazione Arma Aeronautica Sezione di Bellona con il Presidente Col. Antonio Arzillo e l’Associazione Nazionale Carabinieri Sezione di Bellona di cui è Presidente il Cavaliere Francesco De Maio. Quest’anno l’Associazione Nazionale Carabinieri ha collaborato affinche’ tutto fosse in tema Carabinieri con la partecipazione della Fanfara della Benemerita di Napoli. Importante e’ stata la partecipazione del Cerimoniale del Consiglio Regionale della Campania per la rappresentanza del Consiglio Regionale a cura della dr.ssa Concetta Perretta ed il Cerimoniale Comunale alle dipendenze dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio Comunale della Citta’ di Bellona composto dalle: dr.sse Amelia Antropoli, Linda Della Cioppa e Luisa Fasulo ha curato tutte le maggiori operazioni tra cui la formazione del corteo dell’evento. Tra le file dei presenti si notavano tutti gli Amministratori Comunali. Percorrendo Via 54 Martiri il corteo raggiungeva il Sacrario dove gli ospiti venivano ricevuti dalle hostess dell’Istituto Tecnico Commerciale “Federico II” di Capua di cui è Dirigente Scolastico il prof. Giovanni Di Cicco. Inoltre si notavano gli alunni delle scuole di Bellona e Vitulazio accompagnati dai docenti e dai Dirigenti Scolastici dr. Giovanni Spalice e dr. Giacomo Coco. Il Presidente A.N.F.I.M. per la Regione Campania, prof. Vincenzo Carbone, leggeva i messaggi pervenuti dal Capo dello Stato e dai Rappresentanti delle varie Istituzioni Centrali ringraziando allo stesso tempo le varie organizzazione civili e militari che, a titolo gratuito, hanno fornito il supporto logistico alla manifestazione. Il Segretario Generale dell’A.N.F.I.M. di Roma dr. Aladino Lombardi, portava il saluto del Sindaco di Roma On. Ignazio Marino. Il Sindaco della Città di Bellona, dr. Filippo Abbate, nel suo discorso: “Ringrazio le Autorità Militari, Civili e Religiose, le Associazioni, i Docenti, gli Studenti delle scuole, tutta la Comunità Bellonese, i Comuni presenti con i loro rappresentanti e le insegne. Inoltre rivolgo un devoto e sentito ringraziamento al nostro Presidente della Repubblica, Sen. Sergio Mattarella, per avere inviato il suo messaggio, i Corazzieri ed il suo Assistente Militare Col. Davide Scalabrin per onorare i nostri 54 Martiri.” Terminati i discorsi di rito, seguiva la Messa Solenne officiata dall’Ordinariato Militare per l’Italia, Sua Eccellenza Reverendissima Monsignor Santo Marcianò, accompagnato dal Parroco di Bellona, il Molto Reverendo Don Antonio Iodice e da tutti i Cappellani Militari del territorio. Durante il consueto appello delle 54 Vittime, letto da Valentina Nardone, nipote del martire Valentino Nardone, un elicottero dell’Aeronautica Militare della base di Grazzanise sorvolava il luogo dell’eccidio lasciando una scia tricolore mentre la Fanfara del 10 Battaglione Carabinieri “Campania” di Napoli intonava il Silenzio d’Ordinanza. La cerimonia si concludeva con la consegna, da parte del Sindaco della Città di Bellona di una targa ricordo al Capo Fanfara dell’Arma dei Carabinieri di Napoli ed al dr. Alessandro D’Acquisto per la cortese ed importante partecipazione. Una perfetta cornice di sicurezza, alla manifestazione, è stata assicurata dai Carabinieri del Comando Stazione di Vitulazio agli ordini del Lgt. Crescenzo Iannarella, dagli Agenti del Comando Polizia Municipale di Bellona di cui è Comandante il Tenente Carlo Del Vecchio e dell’Associazione Vigili del Fuoco in Congedo, Volontariato e Protezione Civile di Bellona di cui è Responsabile Francesco Graziano i quali assicuravano la presenza di due ambulanze con operatori specializzati in manovre di Primo Soccorso con defibrillatore. “Alle prime ore del mattino una lenta pioggia cadeva sulle sciagure umane della mattina di Giovedi, 7 Ottobre 1943 quando 54 innocenti andavano a morire per una colpa non commessa”, così concludeva il Sindaco dr. Filippo Abbate. Alle ore 10.15, come avvenne la mattina dell’eccidio, restava il grigiore del cielo che, all’improvviso, era diradato dai raggi del sole che splendeva sul dolore che anche quest’anno si è rinnovato con una intensa partecipazione di cittadini bellonesi e di tutti i comuni viciniori. (Riprese video a cura di: Studio FELAB)

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru