V-news.it

Quotidiano IN-formazione

3 settembre 2018

Casagiove. Danilo D’Angelo ascoltato di nuovo dai carabinieri

Si cerca “Anonymous” uomo esperto in politica istituzionale 

CASAGIOVE. Danilo D’Angelo ascoltato di nuovo dai militari dell’Arma dei carabinieri. L’ex vicesindaco è stato sentito in questi giorni come persona informata dei fatti non come indagato. Il suo interrogatorio ha riguardato la vicenda complessa che interessava la querela sulla presunta diffamazione, fatta questo inverno sui social  quando è scoppiata in città, la problematica politica che interessava l’ex vicesindaco sui 700 voti di preferenza.  Una vicenda complessa, che vide la cacciata dalla maggioranza di D’Angelo e del suo gruppo di consiglieri  scissionisti dalla maggioranza governativa.    Il consigliere di minoranza ha promesso battaglia, ma soprattutto ha dichiarato di essere pronto ad informare la cittadinanza sulla verità assoluta che ben presto ha dichiarato verrà fuori. Ne vedremo delle belle, ma soprattutto è auspicabile una azione per risarcimento danni da parte  dello stesso D’Angelo. L’ex vicesindaco è indagato insieme al sindaco Roberto Corsale ed insieme all’assessore Pietro Nardi sull’indagine riguardante il voto di scambio. L’inchiesta riguarda anche il presidente del Consiglio comunale della città di Casagiove ed altre due persone beneficiarie di proventi ricevuti in cambio di voti. La situazione è molto complicata, gli inquirenti vogliono capire chi è l’autore della lettera anonima che ha dato inizio alla problematica cittadina. Gli inquirenti sono alla ricerca di un personaggio esperto della politica istituzionale territoriale,  il ruolo di questa persona sarebbe stato importante per dare un definitivo quadro dirigenziale della politica di Casagiove. La polizia giudiziaria sta lavorando senza sosta per arrivare alla risoluzione dei fatti.  D’Angelo promette battaglia, il suo gruppo lavorerà per informare i cittadini sulla completa verità dell’indagine. Bisogna tornare a fare politica con umiltà ha dichiarato il consigliere di opposizione, questa storia deve concludersi, è in gioco il futuro di Casagiove ha concluso così l’ex vicesindaco.  A Casagiove intanto c’è apprensione per conoscere i fatti. Se questa persona ha recitato un ruolo importante all’interno della maggioranza, allora il vaso di pandora potrebbe per l’amministrazione comunale clamorosamente  spezzarsi in qualsiasi istante. I cittadini vogliono conoscere la realtà dei fatti su chi amministra questo paese. Ma soprattutto oggi Casagiove ha il diritto di conoscere ampiamente  il futuro su chi governa questa amministrazione.

Danilo D’Angelo
Mondragone. Terribile scoperta: stuprata una donna di 67 anni
San Marco Evangelista. Persona morta ritrovata dal cognato

 

Commenta

Loading...

Open