Dom. Set 15th, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Caserta. Caccia al …. tesoro:Caserta, un “Tesoro” di città

3 min read

Un sogno diventato realtà, a conquistare la vittoria i ragazzi del liceo artistico, ma a vincere tutti sono gli studenti casertani

CASERTA. Il Segreto dei Borbone e la conoscenza del patrimonio artistico sono stati i due punti cruciali da rivelare per la prova da superare. Si è scelto quindi di associare a questa manifestazione culturale un momento di apprendimento condiviso, innanzitutto con lo scopo di stimolare gli studenti con nuovi input e attività, ma anche per rendere significativo l’apprendimento storico. E’ significativo infatti è stato l’apprendimento storico che si è basato sulla valida esperienza che ha risvegliato gli interessi personali degli studenti trascinandoli verso un coinvolgimento non solo conoscitivo, ma anche affettivo consentendo quindi agli stessi ragazzi di essere destinatari del processo di insegnamento-apprendimento valutando direttamente le proprie competenze culturali. L’esperienza di sabato per gli studenti prossimi alla maturità è stata fantastica, un valido esempio didattico che ha visto le scuole partecipanti coinvolti in magnifiche attività ludiche svolte in ambienti di apprendimento storico rivolti a favorire il coinvolgimento globale di tutti gli studenti concorrenti. La manifestazione di interesse socio-culturale realizzata per i ragazzi delle classi quinte degli istituti superiori locali è stata promossa grazie alla valida collaborazione tra le associazioni Gianluca Sgueglia onlus con la Presidente Maria Luisa Ventrglia. La Margherita Education Art Aps e Insieme si può.

Una fantastica gara dove gli studenti hanno condiviso con il sano spirito del divertimento le proprie conoscenze e le proprie competenze. Alla soddisfazione legata al gioco, è subentrata sabato nei ragazzi anche la soddisfazione di riscontrare competenze che nessuno di loro pensava di aver raggiunto agendo positivamente sulla motivazione all’apprendimento della conoscenza della propria storia locale.

Nelle varie location scelte dal comitato organizzatore gli studenti hanno superato con determinazione le varie prove: gli stessi hanno anche svolto una prova culinaria dove hanno dimostrato la loro abilità in cucina, preparando ottimi piatti della cucina borbonica, riuscita alla perfezione anche la prova di cucito, creati degli abiti dell’epoca, poi ancora rebus, prove di logica con enigmi, puzzle, quiz sulla conoscenza della storia del Regno delle Due Sicilie, e una prova artistica: dipingere dei piccoli bozzetti sulla città di Caserta. <<Una manifestazione bellissima ha commentato Maria Luisa Ventrglia che ha ringraziato durante la premiazione tutti i componenti del comitato organizzatore. L’aspetto fondamentale ha dichiarato ancora la Ventrglia è stato il sano divertimento dei ragazzi. >>

“L’idea della Caccia Al Tesoro” – ha riferito ai nostri canali di comunicazione il professore universitario Enzo Gagliardi docente presso l’Accademia delle Belle Arti di Napoli ed ideatore delle prove, è nata nell’ambito di un nuovo progetto di continuità che ha come scopo la conoscenza ed il recupero del senso di appartenenza dei ragazzi verso la propria città. La festa di sabato è solo l’inizio di un percorso che noi del comitato ci auguriamo che le scuole partecipanti possano portarlo avanti con dibattiti e seminari tenuti durante l’anno in corso da storici ed esperti locali d’arte. Sei le scuole partecipanti: liceo artistico San Leucio (stendardo Napoli), istituto Enrico Mattei ( stendardo Molise), Itis geometra Buonarroti (stendardo Basilicata), istituto Galileo Ferraris (stendardo Bari), istituto tecnico industriale Giordani (stendardo Avellino), liceo classico Pietro Giannone (stendardo Abruzzo). La classifica finale ha visto al terzo posto gli alunni del Giordani, al secondo posto il liceo classico Giannone i più bravi, i più veloci, i più creativi e risolutivi nelle prove sono stati i ragazzi del liceo artistico di San Leucio che hanno vinto la prima edizione del CasertaYoung.

<< Perfetto lo svolgimento delle gare con grande partecipazione dei ragazzi hanno evidenziato Carmen De Rosa e Alexander Tebano, due membri del comitato organizzatore – finalmente dichiarano i due, abbiamo assistito ad un clima di vera condivisione ed allegria augurandoci di replicare il prossimo anno, vogliamo se ci sarà l’opportunità ha espresso Tebano di coinvolgere tutte le altre parti sociali della comunità di Caserta magari coinvolgendo oltre alle istituzioni anche i negozianti del centro storico cittadino. Ai vincitori ha concluso la De Rosa sarà destinata una borsa di studio che riceveranno nel mese di giugno dopo la fine del percorso di studi>>. Un modo per far vivere ancora di più la città ai ragazzi e di far loro capire che il vero tesoro da scoprire è visibile da sempre sotto gli occhi ha affermato felicissima la professoressa della classe vincitrice del liceo artistico di San Leucio Carla Ferrucci, il mio augurio ha evidenziato la docente che manifestazioni di questa importanza socio-culturale possano sempre di più rafforzare interamente il legame tra le istituzioni ed il territorio cittadino.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open