• Dom. Ott 24th, 2021

Caiazzo. Mensa scolastica, continuano i disservizi: genitori infuriati

DiThomas Scalera

Gen 4, 2016

 
mensa_scolastica_1__800_800
CAIAZZO. Il problema della mensa scolastica comunale tiene banco anche nel nuovo anno ma ormai la pazienza dei genitori è arrivata al limite della normale sopportazione atteso che, da quando è iniziato il rapporto tra il Comune e la società “Antevorta srl”, sancito il primo settembre 2015, si sono verificati diversi e reiterati disservizi, oggetto di numerose e dettagliate segnalazioni agli uffici comunali dal corpo docenti e dalla dirigenza scolastica. Come si evince dagli atti pubbici comunali, di seguito sintetizzati, il responsabile comunale del Settore, Renzo Mastroianni, ha provveduto a contestare ogni disservizio all’impresa aggiudicataria, giungendo, tra l’altro, a comminarle anche una sanzione pecuniaria, senza però prendere in considerazione la richiesta del competente assessore, che è anche suo nipote, di revocare l’appalto. Sempre su segnalazione del corpo docenti e della dirigenza scolastica, i funzionari dell’ASL CE – U.O.V. n. 32, oltre agli addebiti contestati il primo dicembre, rilevavano la presenza di un insetto in un contenitore “sigillato” per pietanze (nel caso di specie una porzione di spinaci) somministrate dalla citata società ad un giovane alunno della scuola dell’Infanzia sito alla via Macello – ex Valardo. A fronte di tale grave fatto, dopo aver provveduto ad ogni accertamento del caso, i funzionari dell’ASL provvedevano a redigere il verbale ispettivo e inviare la pietanza con il corpo estraneo presso il competente istituto zoo-profilattico di Caserta, al fine di espletare ulteriori analisi igienico sanitarie. Dal preposto ufficio comunale è stato rilevato che, nelle more di definitiva pronuncia da parte della competente ASL locale, nonché di poter conoscere l’esito di tutte le indagini igienico sanitarie  disposte, considerata la gravità dell’accaduto, al fine principale di tutelare la salute dei piccoli utenti del servizio mensa scolastica, si provvedeva alla doverosa sospensione del servizio affidato alla società “Antevorta” fino al 3 gennaio 2016. Tuttavia, atteso che la stessa ASL, anche se specificatamente sollecitata dal Comune, non ha ancora provveduto ad adottare definitivi provvedimenti o determinazioni, né comunicato alcun risultato delle analisi affidate al competente Istituto zoo-profilattico, per le ragioni già comunicate mediante il richiamato provvedimento di sospensione, quindi, il servizio mensa non può essere in alcun modo proseguito dalla società “Antevorta srl”. Contemperate ragioni di buon diritto, trasparenza ed imparzialità, impongono comunque un prolungamento della sospensione del servizio in parola, con l’auspicio di poter ottenere in tale ulteriore lasso di tempo le definitive risultanze zoo profilattiche. Il servizio di fornitura pasti alle scuole cittadine resta quindi sospeso fino al dodici gennaio, ma molti genitori sono stufi ed ormai alcuni particolarmente esagitati non escluderebbero azioni legali.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru