• Ven. Ott 22nd, 2021

Caiazzo. “Ti racconto il Natale”, i misteri del presepio napoletano, le fiabe di Natale e i doni della Befana

DiThomas Scalera

Gen 3, 2018

CAIAZZO. L’associazione Pro loco Caiazzo Nino Marcuccio, in collaborazione con Damusa a.p.s., presenta, il 4 gennaio, dalle ore 16.30 presso il teatro Jovinelli di Palazzo Mazziotti,” Ti racconto il Natale”.

Il pomeriggio si aprirà con la proiezione delle originalissime fiabe di Natale, create per l’occasione da Daniela Salzillo, Annalina Marotta, Ida Sorbo e Fabiola Santoro.

Lo spettacolo proposto dalla Damusa a.p.s. di Capua, ha lo scopo di far comprendere al pubblico il significato simbolico dei pastori del presepe del 1700 e attraverso le loro storie si riuscirà a capire la loro simbologia e il loro significato misterico sulla bellissima scena presepiale. Si tratterà di una rappresentazione in costume storico dei personaggi simbolici del presepe napoletano del ‘700, accompagnati al pianoforte dal maestro Antonio Zona, con la partecipazione del soprano Francesca Paola Zaza D’Ausilio. L’Associazione di promozione sociale Damusa , costituita da un gruppo di giovani laureati in Beni Culturali, uniti dalla passione per l’arte in tutte le sue forme ed espressioni, si occupa, in particolare, di visite guidate tradizionali e in costume storico, inoltre collabora attivamente con il museo Campano di Capua con progetti didattici per le scuole di ogni ordine.

A seguire gli elfi accompagneranno i bambini a visitare il villaggio di Babbo Natale e infine ci sarà l’incontro con  la Befana che darà loro un dono.

Sarà un pomeriggio ricco di emozioni, per grandi e per piccini, non lasciatevelo sfuggire!

Leggi anche:

Pietramelara. Arte e cultura, nasce l’Associazione “RadichArti”

Santa Maria Capua Vetere. Ripristino dell’area mercato, il M5S alza la voce

 

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru