• Sab. Ott 23rd, 2021

Calcio. Champions League, Benfica-Napoli 1-2. Azzurri qualificati per gli ottavi di finale

DiThomas Scalera

Dic 7, 2016
Foto: Sportmediaset
Foto: Sportmediaset

Nell’ultimo match della fase a gironi di Champions League, il Napoli vince in casa del Benfica e si qualifica per gli ottavi di finale come prima classificata del Gruppo B. Al Da Luz finisce 2-1 per la squadra di Sarri, che nella ripresa vola sul 2-0 grazie alle reti di Callejon (60′) e Mertens (79′). I portoghesi accorciano nel finale con Jimenez (87′) e passano come secondi del girone. Besiktas in Europa League.

LA PARTITA
E’ una notte perfetta per il Napoli, che senza rischio alcuno centra il primo obiettivo stagionale. I partenopei, cinque anni dopo l’ultima volta, si qualificano per gli ottavi di Champions da primi della classe, visto che l’1-2 di Lisbona consegna agli uomini di Sarri il primato nel Gruppo B. Al Da Luz, contro il Benfica, gli azzurri offrono una prova di grande maturità: partita solida, attenta, lucida, concreta. Il Napoli comanda le operazioni ma evita di scoprirsi, poi nella ripresa entra Mertens al posto di Gabbiadini e arrivano le due reti che garantiscono il passaggio del turno e, fattore fondamentale, parecchi milioni di euro buoni anche per il prossimo mercato invernale.

Il dubbio di Sarri (Gabbiadini o Mertens) viene risolto a favore del centravanti, che cerca di sbloccarsi con una gara generosa e nel complesso positiva. A centrocampo, oltre alla qualità di Hamsik, c’è la fisicità della coppia Allan-Diawara, che domina senza discussioni offrendo non solo muscoli, ma anche un palleggio importante. Per il Benfica, in sostanza, la serata non è semplice sin dall’inizio, ma le notizie che arrivano da Kiev – dove la Dinamo chiude il primo tempo avanti per 4-0 contro il Besiktas – rasserenano l’ambiente e condizionano inevitabilmente l’intero andamento del match. Il k.o. dei turchi, infatti, consegna a entrambe il pass per gli ottavi e non è un caso che la gara si sciolga soprattutto nella ripresa.

Il Napoli, nel primo tempo, sfiora il vantaggio in un paio di occasioni (destro di Hamsik al 21′, sinistro di Gabbiadini al 37′), però per cambiare marcia è necessario l’ingresso in campo di Mertens, inserito da Sarri al minuto 57 al posto di Gabbiadini: il belga, nemmeno 180 secondi più tardi, con una magia manda in porta Callejon, che davanti al portiere sblocca tutto con un destro dolcissimo. Poi, mentre a Kiev i padroni di casa volano sul 6-0, Mertens con una serpentina si inventa lo 0-2 al 79′, che sostanzialmente fa partire i titoli di coda nonostante nel finale arrivi la rete di Jimenez (87′), bravo ad approfittare di un errore di Albiol. Sarri non la prende bene e il segnale è chiaro: il prossimo ottavo di finale è già cominciato.

IL TABELLINO

BENFICA-NAPOLI 1-2

Benfica (4-2-3-1): Ederson; N. Semedo, Luisão, Lindelöf, A. Almeida; Fejsa, Pizzi; Salvio (35′ st Mitroglu), G. Guedes (12′ st Rafa Silva), Cervi (23′ st Carrillo); Jimenez.
A disp.: Julio Cesar, Samaris, Celis, Jardel. All.: Rui Vitoria
Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Diawara, Hamsik (27′ st Zielinski); Callejon, Gabbiadini (12′ st Mertens), Insigne (35′ st Rog).
A disp.: Rafael, Jorginho, Maggio, Maksimovic. All.: Sarri
Arbitro: Mateu Lahoz
Marcatori: 15′ st Callejon (N), 34′ st Mertens (N), 42′ st Jimenez (B)
Ammoniti: 
Koulibaly (N); Pizzi (B)
Espulsi: –

Sportmediaset

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru