• Dom. Ott 17th, 2021

Calcio. Il ‘Sarrismo’ colpisce ancora, il Napoli si diverte e punta la Juventus nel 2017

DiThomas Scalera

Dic 19, 2016

La giostra inizia a girare, ma soprattutto accompagna il Napoli verso il Santo Natale, il belga Mertens è come Babbo Natale per i tifosi azzurri, sfodera gol e regala i tre punti per la zona scudetto. Peccato ancora per i soliti errori difensivi con Pepe Reina distratto e quelle mediocre amnesie difensive che possono sempre essere micidiali. Bisognava battere un Torino mai domo che ha provato sempre a giocarsela. Analizziamo il tutto facendo un passo indietro…Primo tempo magico, stellare, spumeggiante. Tre gol e Toro ‘zittito’. Eppure il buon Sinisa era venuto per il pareggio e voleva categoricamente chiudersi un po’ ma la sua difesa non aveva impostato il tipo di partita che doveva giocare. A cambiare i piani dei granata arriva San Dries Mertens e non certo solo il buon Dries. I folletti partenopei lì davanti portano caos, distruggono, e creano paura. Giocate veloci, due tocchi e finalmente anche tanto cinismo. Si perché oramai Mertens sembra essere un centravanti puro e le due ali giocano forte per lui. Callejon e Insigne inventano, creano caos e il folletto belga segna. Anche su rigore, si avete sentito bene su calcio di rigore. Mertens messo giù in piena area e Doveri fischia indicando il dischetto che il belga segna. Il Torino? Non giudicato o quasi, muto, ma soprattutto fuori dai piani di un categorico gioco perfetto. Oggi il nostro Napoli fisicamente è tornato al top dei top. Inizio secondo tempo il Napoli si siede, respira un po’ e il Torino si risveglia anche se per pochi minuti. Lo schiaffo di Belotti inventato dalla solita fortuna risveglia il Napoli e mette le ali al conte Vlad che inizia un azione e la chiude segnando un gol da attaccante puro, in mezzo le giocate di Mertens e Callejon. 4-2 fine dei giochi? No ragazzi mai dire fine dei giochi, a mettere l’ennesima zampata sulla partita ci pensa Mertens, si ragazzi il caro Dries ancora lui con un gol incredibile che ricorda Maradona, una giocata fenomenale che supera Hart. Il Napoli però visto il periodo natalizio è in vena di regali ed ecco che arriva ancora come sempre l’errore di Callejon spinta da evitare in area, il buon Doveri che non gli sembra vero con i suoi occhi assegna il penalty che Iago Falque sigla. Il finale è completamente strano con il Napoli che prova ad amministrare ma quando scende sotto ritmo non riesce a giocare come sa, il buon Giaccherini arriva a sfiorare il primo gol con la maglia azzurra. Importantissimo era chiudere con una vittoria, superare il Milan e avvicinare l’ingresso della zona scudetto/Champions. Ora concentrati per la battaglia dell’Artemio Franchi perché non bisogna mai mollare un centimetro e arrivare al Natale in posizione buona per spiccare nel 2017 il volo nella battaglia alla Juventus.

Giacinto Di Patre

Giacinto Di Patre
Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru