• Lun. Ott 18th, 2021

CALVI RISORTA – Centrale Biomasse e Nuroll, l’invito di Marrocco a scendere in piazza

DiThomas Scalera

Ott 23, 2014

corteoCALVI RISORTA. Continua la mobilitazione delle comunità dell’agro caleno, in vista del corteo popolare del 25 ottobre, organizzato dal Comitato per l’Agro Caleno – No Centrale a Biomasse, contro la minaccia dei licenziamenti dei dipendenti della Nuroll Spa, e contro la centrale a biomasse targata Iavazzi. Questa volta, a scuotere le coscienze dei cittadini, è il primo cittadino di Calvi Risorta, Giovanni Marrocco, schierato sin dal primo giorno di amministrazione contro la centrale a biomasse voluta fortemente dalla famiglia Iavazzi; Marrocco, a nome dell’Amministrazione Comunale di Calvi Risorta, ha lanciato questo appello: “L’Amministrazione Comunale, del Comune di Calvi Risorta, invita tutta la cittadinanza alla manifestazione pubblica, contro la minaccia dei licenziamenti dei dipendenti dell’industria Nuroll Spa e contro la Centrale a Biomasse e il disastro ambientale, che si terrà  il giorno 25 ottobre 2014, alle ore 9.30, con raduno presso la Villetta Comunale di Petrulo. Il corteo attraverserà tutte le vie del paese per protestare in difesa dell’agro caleno. SENZA LAVORO NON ESISTE FUTURO PER NESSUNO!BASTA IMPIANTI INUTILI E DANNOSI! L’Amministrazione Comunale si rivolge all’intera Comunità: Associazioni, commercianti, agricoltori, agenzie educative, istituzioni politiche e religiose, semplici cittadini, anche a coloro che subiscono il ricatto occupazionale, nella consapevolezza che una concreta adesione di tutte le forze del territorio assume rilievo peculiare nell’ambito della difesa e nell’affermazione dei principi costituzionali del diritto al lavoro e del diritto alla vita.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru