Sab. Ago 24th, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Calvi Risorta. Ex Pozzi: il MISE blocca i 17 milioni di euro alla Iavazzi

2 min read

6d16e81f46fe689642f2d2e5e35f9d03_XL

CALVI RISORTA. I 17 milioni di euro che il Ministero per lo Sviluppo Economico aveva concesso alla Iavazzi Ambiente Scarl per la realizzazione la centrale a biomasse in area ex-Pozzi sono stati definitivamente ritirati.

Leggendo la risposta del viceministro Teresa Bellanova, all’interrogazione presentata dalla sen. Vilma Moronese (M5S), la decisione sarebbe stata comunicata all’azienda già il 17 luglio 2016.

La Iavazzi Ambiente scarl ha perso il diritto ad usufruire del finanziamento previste dal Decreto “Bando Filiere delle Biomasse” del 2013, con la risposta del Viceministro il MISE fa chiarezza su un punto importante sull’iter burocratico della entrale a biomasse che l’imprenditore marcianisano avrebbe voluto realizzare a Calvi Risorta. Il motivo dello revoca del finanziamento è stato la mancata presentazione, della documentazione necessaria.

L’ennesima battuta d’arresto per il gruppo Iavazzi e un altro punto a favore della Comunità in lotta dell’Agro Caleno, che vede sempre più vicina la vittoria definitiva contro l’ecomostro della biomasse.

“Lo avevamo detto più volte, ogni euro speso per la centrale a biomasse di Iavazzi è un euro rubato per realizzare servizi per la Comunità”. Fanno sapere dal Comitato.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Potrebbe interessarti

Open