Dom. Mag 31st, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Calvi Risorta. Illuminazione pubblica mancante in diverse zone, il M5S: “Il paese sta morendo”

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

13007142_555746967939671_6514436118952523754_n

CALVI RISORTA. “Non si può additare tutto alla gestione commissariale, Calvi Risorta sembra essere un paese in agonia. Se si gira, sopratutto nel più antico dei tre paesi Petrulo, si percepisce un senso di abbandono totale: non c’è manutenzione dei privati sulle abitazioni, né su quello che dovrebbe essere pubblico. Calcinacci pericolanti dai balconi, la luce fioco notturna, fili elettrici fatiscenti messi lì anche 60 anni fa, strade dissestate, finanche il segnale della televisione digitale terrestre non arriva, sopratutto d’estate, del segnale della telefonia mobile neanche a parlarne, la velocità internet dell’Adsl ricorda quella dei vecchi modem a 56kb, la fibra ottica non si sa cosa sia. Le lampadine dell’illuminazione pubblica non vengono sostituite da anni, neanche alla Villetta di Petrulo, una volta fiore all’occhiello e meta di giovani e famiglie anche dai centri limitrofi.Gli analisti danno la colpa al calo demografico, al fenomeno dell’abbandono dei centri storici dove insistono abitazioni gravate da tasse elevate. I giovani più intraprendenti vanno via in Europa; i più fortunati si arruolano e vanno via lo stesso. Altri oziano e vanno ad incrementare le fila della delinquenza comune. Le vecchie case che i nonni potrebbero lasciare ai nipoti restano sfitte, abbandonate, gravate da tasse e nessuno le vuole e così pian piano il paese in agonia si avvia verso la morte”.

C.S.

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close