• Sab. Ott 23rd, 2021

Calvi Risorta. Iniziate le operazioni di recupero dei pneumatici nell’area archeologica di Cales

DiThomas Scalera

Lug 22, 2015
11781699_1019785668046419_5064331182525360575_n
Un momento delle operazioni di recupero dei pneumatici

CALVI RISORTA. Sono iniziate lunedì 20 luglio e procederanno a ritmo serrato fino a sabato 25 le operazioni di prelievo dei Pneumatici Fuori Uso abbandonati nell’Area Archeologica di Cales, antica colonia romana nella Provincia di Caserta, risalente al IV secolo a.C..

Stamattina, mercoledì 22 luglio, alle ore 10.30, presso la Cattedrale Romanica di S. Casto si è svolta una conferenza stampa. Le operazioni sono condotte dal Corpo dei Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Caserta; i PFU prelevati nell’area saranno poi trasferiti ad aziende autorizzate, per le successive fasi di trattamento.

10982399_1019786171379702_3434163731479302670_n
La conferenza stampa di stamattina

Nella conferenza stampa di stamattina sono intervenuti:
Donato Cafagna, Incaricato del Ministro dell’Interno per la Terra dei Fuochi
Giovanni Corbetta, Direttore Generale di Ecopneus
Rosa D’Eliseo, Comandante Provinciale Vigili del Fuoco di Caserta
Antonio Salerno, Funzionario Archeologo, Soprintendenza Archeologica della Campania
Giovanni Marrocco, Sindaco di Calvi Risorta

Con il contributo inoltre di Enti e forze sociali tra cui ARPA Campania, Luca Barbaro della Rete
ArcheoCales e Michele Buonomo, Presidente di Legambiente Campania.

Ecco le dichiarazioni della Rete ArcheoCales sulla propria pagina Facebook: Quando abbiamo iniziato questo percorso sapevamo che sarebbe stato in salita, questo però non ci ha demoralizzato.

Dopo tanto lavoro in sinergia con i tanti enti coinvolti, siamo arrivati a questo grande risultato: LA BONIFICA DELL’AREA PONTE DELLE MONACHE, nel sito archeologico di Cales.

In questi i giorni i Vigili del fuoco, il comune di Calvi Risorta e Ecopneus stanno lavorando alla rimozione di tutti i rifiuti alle pendici dell’importante monumento.
Tutto è stato possibile grazie alla testa dura dei volontari della Rete ArcheoCales e di Legambiente, che un anno fà si sono fatti promotori dei tavoli che hanno portato all’intervento e hanno seguito fin dall’inizio i lavori operativi.

Qui a Calvi Risorta, nell’Agro Caleno, la comunità e la cittadinanza attiva ha saputo essere protagonista del cambiamento e portare le istituzioni a sposare le proprie cause.

Solo in questo modo possiamo vincere la lotta in difesa dei Beni Comuni.

 

Continueremo a tenervi aggiornati

 

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru