• Mar. Giu 28th, 2022

Giornata della Pace a Calvi Risorta: piantumato l’Albero della Pace in memoria di Peppino De Lucia

Calvi Risorta, la “Fiaccola della Pace”, Mercoledi 9 febbraio 2022, è stata accesa in memoria di un figlio della terra calena che ha onorato la Pace: ” Giuseppe De Lucia detto Peppino”. La commemorazione si è svolta nell’ ambito delle celebrazioni della Shoah e delle Foibe. Alla presenza del Sindaco Giovanni Lombardi, dell’Associaz. Nazionale carabinieri sezione di Calvi Risorta presieduta dall’ Avv. Giovanni Morelli, dell’ARI Ass Radioamatori Italiana prov. Caserta con il Presidente Modesto Pelagalli, di una rappresentanza degli alunni dell’IAC di Calvi Risorta (che hanno declamato letture sul tema della giornata) accompagnati dalla prof.ssa Filomena Marra Vicaria del Preside Luigi Izzo e degli alunni dll’ISISS “Teano-Sparanise” (indirizzo Turismo) accompagnati dal Preside Paolo Mesolella, del Maresciallo dei Carabinieri Enrico Albero presente insieme all’Appuntato dei Carabinieri Lazzaro Nigro, della Protezione Civile di Calvi Risorta, del Comandante della Polizia municipale Carlo Del Vecchio, del parroco della Cattedrale don Antonio Santillo che ha benedetto l’albero di ulivo della Pace, di Salvatore Romano Congregazione Aseap di Vitulazio, dei cittadini del territorio, della stampa locale, fra questi presente il giornalista e scrittore Salvarore Minieri e della famiglia del compianto amico caleno: la moglie Mara Viscione docente dell’IAC di Calvi Risorta con i figli Claudio e Carolin  e i rispettivi  familiari, è avvenuta la cerimonia di piantumazione  e benedizione dell’Albero di ulivo della Pace con targa di dedica. Una giornata densa di emozioni, in cui come si diceva, è stata fatta memoria anche della Shoah e delle Foibe da parte del Preside e storico dell’agro caleno Paolo Mesolella. L’evento commemorativo è stato promosso dal Movimento Internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato III Millennio – Campania, di cui Presidente é Agnese Ginocchio, con il Patrocinio del Comune di Calvi Risorta, l’adesione dell’ Istituto A. Comprensivo “Cales S. D’Acquisto” , dell’ISISS Foscolo “Teano – Sparanise”, dell’ A.N.C. Associazione Nazionale Carabinieri, sezione di Calvi Risorta dell’ A.R.I. Associazione Radioamatori Italiani, sezione di Caserta IQ6DO, del portale web Calvi Risorta. Il prof. Gino Ponsillo, vice Presidente del Movimento per la Pace ha moderato gli interventi della giornata. La cerimonia si è svolta presso l’aiuola laterale la sede del Comune, proprio accanto alla targa che un anno fa fu dedicata alle vittime del Covid fra cui compare anche il nome di Peppino De Lucia. Sulla targa di dedica dell’Albero di ulivo è stata riportata un singolare dedica sviluppata dai familiari di Peppino De Lucia e dal Movimento per la Pace: “Alla persona speciale che era. Per il rispetto per la legalità, la Pace, l’Ambiente, il servizio di sicurezza svolto nel territorio e a sostegno dei poveri e dei più deboli. Per il suo amore per Calvi Risorta e tutto il comprensorio. Che il suo esempio ci sproni all’ impegno costante per la causa del Bene Comune e della Pace”. Un attestato di Encomio di Pace è stato consegnato dalla Presidente del Movimento per la Pace alla moglie di Peppino De Lucia, alla presenza del Sindaco Giovanni Lombardi che a sua volta ha consegnato un omaggio floreale. Alla famiglia del De Lucia è stata consegnata anche una Targa da parte dell’ARI Caserta e una pergamena da Aseap di Vitulazio. Il Sindaco Dott. Giovanni Lombardi,  ha ricordato con amorevoli parole il caro “Peppino”, un cittadino che ha collaborato con tutti: Referente dei Radioamatori caleni, direttore del Giornale Calvi RIsorta, segretario dell’ Associazione Nazionale Carabinieri sezione di Calvi Risorta. Una persona che si è data da fare ovunque c’era bisogno, un cittadino che ha profuso un amore sviscerato verso la propria terra, si è adoperato tanto per la difesa dei più deboli, a lui siamo grati per il ricordo e l’esempio che ci ha lasciato. Poi ha concluso con un pensiero per tutte le vittime del Covid che come Peppino hanno lasciato questa terra prematuramente”. Poi ha concluso con un pensiero per tutte le vittime del Covid che come Peppino hanno lasciato questa terra prematuramente. .“La presenza dei giovani in questi eventi in cui si fa memoria è stata determinante, perché l’esercizio della memoria è la chiave per costruire un futuro di Pace partendo dall’impegno presente e per evitare di non incorrere negli stessi errori passati. I figli della nostra terra che ci hanno preceduto e fra questi il caro Peppino, ci siano d’esempio”. Si ringrazia il M° scultore del ferro Angelo Ciarlo di Letino(Ce), per la realizzazione del porta targa in ferro ed il sign Enrico De Biasio per la sistemazione dell’Albero di ulivo e del supporto portatarga.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Comunicato Stampa

I comunicati stampa