Comunicati Stampa

Calvi Risorta. Marrocco: “Amministrazione Lombardi mix di arroganza e incompetenza”

Nota del Consigliere comunale Giovanni Marrocco

È morbosamente patologica, l’ossessione che il Sindaco Lombardi, insieme al suo carrozzone di improvvisati, prova per il sottoscritto.

Non c’è comunicato, intervista, post o chiacchiera da bar dove non facciano ricadere tutto il peso e la responsabilità dei loro disastri politico-amministrativi sull’ex Sindaco Marrocco.

Mi addebitano di tutto: la mancata assunzione di personale (bloccata per legge durante il mio mandato), l’assunzione di mutui (mai contratto un mutuo, anzi estinti e ridotti quelli esistenti), errori contabili sui rendiconti (commessi invece dai tecnici del commissario Campini) o un dissesto che si sta sciogliendo come neve al sole, man mano che avanza il lavoro dell’Organo di Liquidazione.

Questa volta esultano perché, dopo quasi 4 anni dal loro insediamento, riescono ad appaltare il secondo lotto dei lavori alla palestra Don Milani, finanziati fin dal 2009! Quattro anni per un affidamento diretto da 75.000,00 €, quando il sottoscritto, in appena 6 mesi, aggiudicò e concluse i lavori del primo lotto ed avrebbe terminato anche il secondo di lì a poco, se questi signori non avessero voluto disarcionare ad ogni costo l’amministrazione uscita vittoriosa dalle elezioni del 2014, regalandoci un anno e mezzo di disastroso commissariamento.

Mi addebitano una attività di ostruzionismo per aver presentato, a dire del Sindaco, 15 richieste di accesso agli atti tra gennaio e febbraio 2021: le richieste sono soltanto due (2!), non 15, presentate il 14 gennaio e l’8 febbraio, perché per il resto si tratta di solleciti e diffide su richieste di atti ed informazioni mai rilasciate dal mese di ottobre…mentre a parti inverse, da opposizione, hanno sempre avuto riscontro alle loro analoghe richieste!

L’unica forma di ostruzionismo, dunque, è la loro, che in violazione della legge cercano di impedire ogni forma di controllo politico-amministrativo a colui che, con un senso di irritazione e frustrazione, definiscono l’unico consigliere di opposizione: d’altronde, questi grandi bugiardi seriali, amano solo incensarsi ed essere incensati, non tollerano voci contrarie e dimostrano un concetto della democrazia molto sfumato, a tratti assente.

Ho tuttavia le spalle larghe per reggere gli assurdi deliri e le invettive che questa banda di incompetenti mi lancia addosso da anni. Come ho già ribadito in passato, non mi farò zittire nell’esercizio del mio mandato elettorale, dalle intimidazioni politiche e dal fango mediatico che tentano inutilmente di sollevare, al solo scopo di nascondere i loro fallimenti politici.

Sono i risultati di questi quattro anni che parlano per loro e li condannano, senza appello, come la peggiore amministrazione degli ultimi 50 anni almeno. Qualche piccolo esempio?

Quattro anni per appaltare lavori già finanziati (palestra Don Milani) o per sottoscrivere un contratto per un appalto già affidato (i famosi loculi al cimitero); piscina comunale chiusa al pubblico da 21 mesi; gestione lassista dell’emergenza sanitaria (nessun controllo e nessuna prevenzione); bilanci e rendiconti approvati dopo 4 anni, anche a seguito della bocciatura del TAR che ha sanzionato i procedimenti illegittimi utilizzati. Bilanci FALSI più dei loro comunicati, come dimostrano i debiti fuori bilancio che hanno accumulato; distrazione della massa attiva del dissesto, utilizzata da 4 anni per la gestione ordinaria; spreco di oltre 500.000,00 € in incarichi di supporto per svolgere ogni minima attività ordinaria d’ufficio; omissione di decine di adempimenti amministrativi, con addebito di sanzioni da parte di autorità di controllo; perdita di un finanziamento per la progettazione di 80.000,00 €, perché dimenticano di trasmettere un documento; ignoranza dei conti correnti sui quali vengono incassate le entrate comunali; condanne del TAR su ordinanze sindacali illegittime e su omissioni varie; violazione della normativa sulla trasparenza, sull’anticorruzione e sui contratti, con censure da parte dell’ANAC; violazione della normativa sulla privacy (con istruttoria aperta dal Garante); violazione della normativa sulla sicurezza dei luoghi di lavoro (estintori non revisionati; mancata nomina delle figure tecniche obbligatorie); affidamento illegittimo dell’area PIP per realizzare un parcheggio, che hanno dovuto revocare dopo la censura della Regione; area PIP abbandonata e razziata dai ladri, che hanno lasciato ormai ben poco; violazione della normativa sulla rotazione degli incarichi, con revoca, dopo la mia segnalazione, dei 4 affidamenti conferiti nella stessa giornata ad un ingegnere di Piedimonte Matese; raccolta differenziata dei rifiuti passata dal 67 al 45%; isola ecologica posta sotto sequestro e divenuta una discarica abusiva; così come le tante discariche abusive presenti sul territorio e non bonificate; campo di calcio a 5 non utilizzato dal 2016, mentre basta un alito di vento per sollevare panchine e coperture da poco fissate; campo di calcio ridotto a pascolo per le pecore; affidamento temporaneo del polivalente in assenza di agibilità e delle norme antincendio, mettendo così a rischio l’incolumità dei fruitori; lavori ai depuratori rifinanziati nel 2016 ma mai riavviati, con grave danno per l’ambiente, dove si sversano reflui non trattati; mancato controllo dell’acqua destinata al consumo umano da parte di laboratori specializzati; randagismo diffuso; perdita della postazione di pronto soccorso (118); aumento vertiginoso delle tariffe della mensa scolastica e dell’illuminazione votiva (scelta politica, dove non c’entra nulla il dissesto); errata determinazione delle tariffe della tassa rifiuti fin dal 2016, tanto che accertano 1,9 milioni di € di tasse in più rispetto alla spesa impegnata per il servizio rifiuti, ma non restituiscono ai cittadini le tasse incamerate senza titolo: ignorano persino le loro legittime istanze di rimborso, ma su questo attiveremo a breve dei ricorsi in Commissione Tributaria e al TAR; Via Cales e Via Rocioloni, fino al bivio di Rocchetta, senza illuminazione da più di 4 anni; di questi giorni è il rifacimento dei marciapiedi, con sradicamento di una decina di alberi di alto fusto, di oltre 30 anni di età, e successivo taglio, anziché salvaguardarli o reimpiantarli altrove. Un’altra ventina faranno a breve la stessa fine ed altri ancora sono morti dopo potature poco professionali: questa è la misura del loro rispetto per l’ambiente; un vero e proprio atto vandalico compiuto ai danni del monumento dei caduti in Piazza Municipio, trattato con una idropulitrice che ha scrostato tutta la vernice acrilica bronzata protettiva, esponendo la scultura alle intemperie da ormai 8 mesi; lavori alle strade affidati tramite l’ASMEL, come quasi tutti i lavori d’altronde (ma non erano i tifosi della Stazione Appaltante Provinciale?), ad una ditta senza certificazione antimafia (ma non erano quelli che dovevano visionare prima il certificato?), che vengono realizzati malissimo e senza una data di conclusione: sono passati 14 mesi dall’aggiudicazione, ne dovevano durare tre; affidamento, con tre ordinanze sindacali urgenti consecutive, del servizio di depurazione comunale, ad una ditta all’epoca colpita da interdittiva antimafia, in violazione delle disposizioni in materia di codice antimafia e protocollo di legalità; parenti del Sindaco che gestiscono “abusivamente” gli uffici comunali, mentre altri suoi parenti ricevono incarichi tecnici per svariate migliaia di €;…potremmo continuare a lungo, perché ogni singolo atto prodotto (oppure omesso) da questa amministrazione è politicamente discutibile, quando non illegittimo o dannoso per le casse comunali.  

Ma la colpa di tutto, secondo questi improvvisati, non è mai la loro: gli basta citare Marrocco per autoassolversi da ogni responsabilità, inconsapevoli di avere ormai raggiunto e abbondantemente superato il limite del ridicolo.

P.S. probabilmente Marrocco è l’unico avversario temibile e coerente, più di tutte le altre forze dell’opposizione (!!!!) che ci hanno messo la faccia in campagna elettorale, ma che nei fatti si adeguano a questo modo sconclusionato di amministrare in barba ai cittadini che gli hanno accordato la fiducia, votandoli.

Il Consigliere Comunale Dott. Giovanni Marrocco

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Comunicato Stampa
I comunicati stampa

    Rispondi