Comunicati Stampa

Calvi Risorta. Mercato, parchi pubblici e piscina: si aspettano segnali di vita da Lombardi

Nota del Consigliere comunale Giovanni Marrocco

CALVI RISORTA. Il comune dispone di un’area pubblica, sulla quale si svolge con cadenza settimanale (il venerdì) un mercato di beni alimentari e non alimentari.

In base all’articolo 44, comma 6, della legge regionale Campania n. 1/2014, “Le aree pubbliche e private, dove sono svolti i mercati, a disposizione del Comune previste dall’articolo 41, comma 5, sono dotate dei necessari servizi igienico-sanitari in misura proporzionale al numero dei posteggi”.

I bagni esistenti, al servizio dell’area mercatale, sono inagibili, fuori uso e inaccessibili agli utenti sin dal mese di giugno 2016, il che avrebbe dovuto portare, ai sensi dell’articolo 43, comma 3, della citata L.R. n. 1/2014, alla sospensione immediata del mercato, da parte del Sindaco, per motivi di igiene e sanità pubblica.

Il mercato è stato però regolarmente svolto, in violazione delle norme regionali e sanitarie, persino il 28 febbraio 2020, quando in base all’ordinanza regionale n. 1/2020, lo stesso doveva già essere stato sospeso per l’emergenza da COVID-19.

Dopo tale data, si è provveduto alla sospensione del mercato e da allora sono passati ormai quasi 3 mesi.

In questo lasso di tempo, non si è provveduto né a sistemare i bagni pubblici, né ad adeguare l’area mercato alle linee guida allegate alle ordinanze regionali n. 45 del 8/5/2020 e 49 del 20 maggio 2020, al fine di riaprire nel rispetto dei protocolli di sicurezza.

Così, mentre tutti i comuni limitrofi hanno riavviato il loro mercato già da due settimane, dando un poco di respiro alle attività commerciali e all’economia in generale, a Calvi Risorta l’amministrazione Lombardi è più “immobile” di un palazzo.

L’amministrazione Lombardi è ferma alla “fase 1”, anzi nemmeno a quella, a giudicare dall’assenza dei controlli nei parchi pubblici, dove assistiamo quotidianamente a pericolosi assembramenti, e dove vengono lasciate aperte tutte le aree giochi attrezzate, in violazione dei protocolli di sicurezza di cui all’allegato 8 del D.P.C.M. del 15 maggio 2020, che ne imporrebbero al momento la chiusura.

E la piscina comunale chiusa da un anno, senza che se ne conoscano le ragioni? Anche qui i nuovi protocolli di sicurezza impongono degli adeguamenti di non poco conto, cui dovrà seguire una nuova procedura di gara per la concessione dell’impianto. Ma i lavori di adeguamento non vengono eseguiti, le gare non partono (siamo al momento praticamente senza i tecnici comunali) e la piscina, di questo passo, non riaprirà nemmeno nel 2021!

Insomma, ciò che dovrebbe essere chiuso è aperto e ciò che è aperto dovrebbe essere chiuso. Il mondo gira alla rovescia con questa amministrazione.

Il Consigliere Dott. Giovanni Marrocco

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Comunicato Stampa
I comunicati stampa

    Comments are closed.