• Mar. Ott 26th, 2021

io-morto-per-dovere_ferrari-trocchia-fascetta

CALVI RISORTA. La Piccola Libreria 80mq presenta il libro “Io, morto per dovere”, scritto da Luca Ferrari e Nello Trocchia, con l’ausilio di Monika Dobrowolska Mancini.

Il Libro racconta la storia di Roberto Mancini, poliziotto che vent’anni fa sapeva già tutto del disastro ambientale nella cosiddetta Terra dei fuochi.  Già attivista della sinistra extraparlamentare, conosceva nomi e trame di un sistema criminale composto da una cricca affaristica in combutta con la feccia peggiore della malavita organizzata e con le eminenze grigie della massoneria.

Nei suoi confronti un vero e proprio tradimento delle istituzioni, visto che aveva scritto un’informativa rimasta per anni chiusa in un cassetto e ritenuta non degna di approfondimenti; nonostante ciò ha continuato il suo impegno depositando, nell’ultimo periodo della sua vita, un’altra informativa che ha svelato ulteriori retroscena.

Roberto Mancini, è morto il 30 aprile 2014, ucciso da un cancro, ma il suo coraggio rivive ogni giorno nelle lotte in difesa del territorio e dell’ambiente in tutta la Campania.

Discuteremo di tutto questo domenica 13 Novembre alle ore 18.00 alla Piccola Libreria 80mq con:

Nello Trocchia, autore e giornalista de “Il Fatto Quotidiano” e “L’Espresso

Enzo Tosti, attivista Coordinamento Comitato Terra dei Fuochi

Roberto Mancini
Roberto Mancini
Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru