• Mar. Ott 19th, 2021

Calvi Risorta. Sapori Colori e Suoni alla Cittadella Medievale di Cales

L’invito del sindaco Giovanni Lombardi

CALVI RISORTA. La Cittadella medievale di Cales, a nord del sito antico, oggi Calvi Risorta, conserva monumenti ed edifici di notevole valenza storico-archeologico-architettonico (CATTEDRALE ROMANICA – monumento nazionale – CASTELLO ANGIOINO ARAGONESE – SEMINARIO SETTECENTESCO – DOGANA BORBONICA – MURA DELLA CITTÀ ANTICA – RECENTI SAGGI ARCHEOLOGICI). Essa, però, soffre della distanza dalla città moderna e quindi non riesce ad essere vissuta pienamente se non in occasione di eventi particolari.
L’evento che qui si svolgerà (14 – 15 – 16 giugno 2019), e reso possibile grazie al finanziamento del POC CAMPANIA 2014-2020, intende valorizzare questo enorme patrimonio per consentirgli di entrare a sistema nella vita della città tutta, affinché persegua continuità e sia in grado di richiamare un flusso turistico interessato al sito caleno con periodicità.
Il connubio tra le unicità gastronomiche (come il GUANTO CALENO, la PIZZONTA, il FAGIOLO “PEZZELLA”), i momenti di storia rivisitati attraverso Tableaux vivants, le rievocazioni storiche, gli antichi mestieri, gli Sbandieratori, i momenti dedicati a pièces teatrali, vogliono raggiungere l’obiettivo di realizzare un’offerta diversificata e multiforme in grado di richiamare l’interesse di quanti attraversano il tracciato della via SS Casilina, su cui sorge la cittadella e, elemento ancora più importante, decidono di ritornarvi.

Mi pregio di invitarVi a presenziare a questo evento che vuole essere soltanto una delle prime iniziative tese a risollevare la sorte di un patrimonio ricco di storia, di cultura, di arte.

Il sindaco di Calvi Risorta
Giovanni Lombardi

Leggi anche:

Mondragone. La protesta di Luigi Sabatino. “L’amministrazione mi ha raggirato”

Napoli. “L’Arciduca deve morire” di Maurizio Scateni, martedì 18 giugno la presentazione del volume

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru