• Mer. Ott 20th, 2021

Calvi Risorta. Sequestro dell'ex Pozzi, interviene Orizzonte Comune

DiThomas Scalera

Giu 8, 2017

CALVI RISORTA. La situazione della ex Pozzi è nota al popolo caleno da decenni. Un insediamento industriale che ha portato ricchezza e occupazione per un periodo di tempo limitato, in anni in cui l’attenzione per le politiche ambientali e il rispetto del territorio erano solo delle chimere. A distanza di tempo, le denunce dei comitati e di alcuni amministratori locali hanno trovato purtroppo conferma: è di oggi la notizia che l’intera area è sottoposta a sequestro per disastro ambientale e contaminazione delle falde acquifere. Un duro colpo per una comunità già fortemente provata dalla crisi occupazionale che attanaglia i nostri territori, a cui si aggiunge un pericolo per la salute sempre più concreto.
È per questo che noi di Orizzonte Comune abbiamo inserito tra i punti fondamentali del nostro programma elettorale la mappatura dei siti inquinati e piano degli interventi da programmare nei primi 6 mesi del nostro mandato, a cui seguiranno bonifica e riconversione dell’area Pozzi e degli altri siti dismessi, attingendo a fondi regionali e nazionali. Alcuni di questi fondi sono già stati stanziati. Ci impegneremo affinché non venga sperperato un solo euro di finanziamento. Agiremo nell’interesse collettivo, coinvolgendo e informando costantemente la comunità, tenendo fede ai principi di trasversalità e partecipazione che ispirano la nostra azione politica.
Leggi anche: Calvi Risorta. Ex Pozzi: sequestrati altri ettari contaminati dell’area. Tutti i dettagli

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru