• Gio. Ott 21st, 2021

Calvi Risorta/Caserta. Evento di solidarietà, Di Patre: "I lavoratori del Bacino di Crisi sono un esempio di vita"

DiThomas Scalera

Set 8, 2016

14199441_355864928134739_536281785799017950_n
CALVI RISORTA/CASERTA. Carissimi è bello ritrovarci qui a Calvi Risorta a questo grande evento di Agnese Ginocchio icona della pace, testimonial del pensiero della scuola di san Francesco, portatrice della parole di Gesù Cristo che vive il Vangelo della pace e della fraternità e operatrice della lode al Signore per i doni del creato. “Per me”, che vivo la passione, con importanza esordisce così Giacinto Di Patre il giornalista di Vivicasagiove, portavoce del <Movimento Internazionale della Pace> mi porta a spiegare con il cuore l’impegno di evangelizzare il mondo del lavoro e soprattutto dell’ etica sociale, con le sue attenzioni all’economia e alla politica, alla giustizia e alla pace, alla custodia del creato, alle Settimane sociali, ma soprattutto, afferma bisogna unire le componenti della società per scoprire il vero concetto di coscienza etica della giustizia. Il giornalista, ha portato alla tavola rotonda di ieri i saluti dei lavoratori del < BACINO DI CRISI DI CASERTA> , ritenendoli utili per un grandioso esempio di vita. Da loro bisogna apprendere la vera coscienza etica della giustizia. Il Papa scrive di Dio, di carità e verità, di dono e di vocazione, di fraternità e di gratuità, di lavoro e di cooperazione, di impresa e di sindacato, di mercato e di fiducia, di ambiente e di energia, di vita e di libertà, di crisi e di speranza, dell’uomo e del suo sviluppo, di preghiera e di testimonianza. Queste cose ribadisce il giornalista alla platea non vanno mai dimenticate. Giacinto ha poi ribadito la solidarietà che i lavoratori hanno da sempre espresso alle popolazione colpite dal terremoto lo scorso 24 Agosto. Ha poi evidenziato vari aspetti per la rivalutazione del concetto etico di giustizia. Li riportiamo qui:
– coniugare gli ambiti di competenza dell’Ufficio Nazionale [lavoro, problemi sociali (economia, politica), giustizia e pace, custodia del creato] in maniera unitaria, pur senza perdere la specificità di ciascun ambito e ricordandoci dell’impegno per il settore sociale, ma soprattutto scolastico, evidenziando come primo punto, i giovani;
– declinare, alla luce degli orientamenti emersi dalla tavola rotonda di ieri, il tema del lavoro e della festa per una giornata del dialogo che veda l’ integrazione di varie comunità;
– rilanciare una spiritualità del quotidiano che faccia del lavoro e della propria vita un’offerta ai valori buoni della società, ma soprattutto amore verso il prossimo, nell’impegno quotidiano nella società e nella custodia dei sani principi morali. Il giornalista ha poi ricordato una storica affermazione di Peppino Capobianco:” Le masse, non gli individui fanno la storia”, da questa affermazione si potrà capire il vero concetto di pace. Ma soprattutto da chi lotta come i lavoratori del <BACINO DI CRISI DI CASERTA> che bisogna partire, ma soprattutto capire il vero esempio culturale di crescita. Ha ringraziato tutti i componenti della tavola rotonda di ieri che erano presenti all’evento, i dirigenti scolastici, i giornalisti, le autorità,con il consigliere Rosanna Carcieri in rappresentanza del Comune di Marzano Appio, il sindaco di Pastorano il Dott. Giovanni Diana, gli artisti presente anche il Soprano Teresa Sparaco, gli scrittori in platea presente anche il professore Paolo Mesolella, Mimmo Marzaioli , e Salvatore Nappo, l’ex sindacalista Gaetano Moretti, le associazioni rappresentate da Chiara Costanzo presidentessa di AraboCe, il nucleo di Protezione Civile di Camigliano,e di Pastorano, ma soprattutto insieme ad Agnese Ginocchio ha ringraziato tutti i presenti. Il giornalista ha chiuso il suo discorso lodando l’impegno di Agnese Ginocchio che è stata definita da lui con queste parole:”La persona che non è in pace con se stessa, sarà in guerra sempre con il Mondo intero.” Vai avanti Agnese perché la tua determinazione sarà la medicina umana per tutti noi.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru