• Sab. Ott 23rd, 2021

Cantalupo nel Sannio/Venafro/Monteroduni. Droga e alcol: denunciate otto persone

DiThomas Scalera

Set 5, 2016

carabinieri-controllo-venafro-002
CANTALUPO NEL SANNIO/VENAFRO/MONTERODUNI. Una operazione dei Carabinieri per contrastare il fenomeno dello spaccio e dell’uso di sostanze stupefacenti, nonché l’abuso di alcool da parte dei più giovani, è stata condotta nelle ultime ore in varie zone della provincia di Isernia. In particolare a Cantalupo nel Sannio, i militari della locale Stazione denunciavano due giovani, un 25enne ed un 22enne del luogo, in quanto sorpresi a bordo di un’auto, in possesso di alcune dosi di sostanze stupefacenti del tipo “hashish”. I due dovranno rispondere di detenzione illegale di sostanze stupefacenti ed il primo anche di guida sotto influenza di sostanze stupefacenti, motivo per il quale gli veniva ritirata la patente di guida e sottoposto a sequestro il veicolo. Anche la droga rinvenuta è stata sottoposta a sequestro mentre continuano le indagini per accertare il canale di rifornimento e la destinazione dello stupefacente. Stessa sorte per quattro 20enni, sorpresi nel centro di Venafro, dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, in possesso di involucri contenenti sostanze stupefacenti del tipo “hashish” e “marijuana”. Le dosi sono finite sotto sequestro, mentre sono tutt’ora in corso accertamenti per stabilire se la droga era per uso personale o se destinata all’attività di spaccio nel comprensorio venafrano. Intanto, i quattro dovranno rispondere di detenzione illegale di sostanze stupefacenti. Infine tra Monteroduni e Venafro, un 23enne ed un 38enne,entrambi titolari di esercizi pubblici, sono stati denunciati dai militari delle locali Stazioni, per aver somministrato bevande alcooliche a persone minori di anni sedici.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru