• Lun. Ott 18th, 2021

L’annuncio di Maria Belfiore, candidata alla carica di sindaco della lista Alleanza per Capodrise

CAPODRISE. «Oggi pomeriggio (28 settembre 2021), nel bene confiscato alla camorra “Casa Stefano Tonziello”, a Capodrise, ho firmato “Un patto con la buona politica per sconfiggere camorre e corruzione”, promosso da Libera Campania, in vista delle Amministrative del 3 e 4 ottobre». Lo annuncia Maria Belfiore, candidata alla carica di sindaco della lista Alleanza per Capodrise. «Il patto contiene – spiega – sei proposte che la rete di associazioni dell’antimafia ritiene prioritarie nella lotta alle camorre; riguardano le politiche sociali, i beni confiscati, l’educazione, le memoria delle vittime innocenti, la trasparenza, l’anticorruzione, l’usura, il racket e il gioco d’azzardo». Sei proposte per rigenerare le comunità, in un’ottica di giustizia sociale ed ambientale. «La questione morale – precisa Belfiore – non può essere ignorata da chi si candida ad amministrare una città. Ringrazio l’Associazione Rete di Cittadinanza e Comunità per avermi dato questa possibilità».

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Comunicato Stampa

I comunicati stampa