• Lun. Ott 25th, 2021

pro-loco-e-municipio

CAPUA. La F.L.A.I.C.A. C.U.B. Caserta rende noto di aver formulato una richiesta di incontro al gruppo dei Consiglieri Comunali di opposizione Forza Capua.
La suddetta richiesta nasce dall’atteggiamento riluttante dell’attuale Amministrazione che ha deciso di sottrarsi al confronto con la scrivente O.S., infatti sono rimasti inevasi gli inviti rivolti negli ultimi 5 mesi, per un confronto serio sulle segnalazioni rappresentate.
A tal proposito riteniamo che sia doveroso coinvolgere anche un gruppo dell’opposizione, un ulteriore tentativo per dare voce alle lamentele della O.S. sulle numerose tematiche che ancora interessano il cantiere dei Servizi Ambientali del Comune di Capua, auspicandoci che il nostro invito sia accolto e si possa condividere insieme un percorso costruttivo.
Non ci interessano gli incontri nei bar, nelle ferreamente o nei ristoranti, siamo un’ Organizzazione Sindacale di Base e tale intendiamo rimanere, per cui abbiamo ufficializzato la richiesta al gruppo politico di opposizione, tra i quali figura l’ex Assessore all’Ambiente ed ex Consigliere Delegato all’ Ambiente dott. Ricci M., il quale conosce bene la questione relativa agli 11 lavoratori, ai quali ultimamente sono stati accolti, dal Giudice del Tribunale del Lavoro di Benevento, i ricorsi presentati ai sensi dell’ex art. 700 del c.p.c., analogamente a quanto accaduto nel 2012 presso il Tribunale del Lavoro di S. Maria C.V.
La questione degli 11 lavoratori esclusi illegittimamente richiede un’attenta riflessione in quanto, dal momento che gli stessi hanno ricevuto le sentenze di reintegro, dovranno essere retribuiti dall’azienda anche se non richiamati in servizio, a fronte di un utilizzo quotidiano di personale, operativo ed amministrativo, anche di differenti nazionalità, che l’azienda impiega sul territorio del Comune di Capua da diverso tempo, violando anche l’accordo sottoscritto in sede di passaggio di cantiere in merito all’utilizzo, anche in via temporanea, di personale in aggiunta ai 40 storici.
In pratica potrebbe verificarsi che da una parte si pagano operai, ma non si utilizzano per lavorare, mentre dall’altra vengono impiegati altri operai per espletare tutti i servizi appaltati, col serio rischio di ritrovarci tra qualche anno con un numero spropositato di addetti (N.60). ASSURDO!!
Ma al gruppo politico di opposizione abbiamo intenzione di rappresentare anche altre problematiche, altrettanto importanti, come la discriminatoria questione per il pagamento delle retribuzioni, che penalizza solo gli operatori ecologici del Comune di Capua i quali ricevono sistematicamente lo stipendio in ritardo rispetto agli altri due Comuni associati, come la discriminatoria questione relativa all’inizio delle attività, infatti solo il cantiere di Capua effettua il turno pomeridiano, come la discriminatoria questione relativa agli istituti contrattuali previsti dal CCNL di categoria, che solo sul cantiere di Capua non vengono corrisposti, ed altro ancora.
Per queste ragioni la F.L.A.I.C.A. C.U.B. Caserta con determinazione rivendica parità di trattamento.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru